venerdì 28 ottobre 2016

Coconut delight

Ecco un'altra bella ricetta tirata fuori dal baule della memoria, più che altro per necessità. Sì, la necessità di finire di usare una lattina di latte di cocco che avevo aperto per fare questo gelato, e di cui era rimasto più della metà.


Pensa che ti ripensa a come potevo utilizzare 260 ml di latte di cocco, e dopo tanto pensare, finalmente, come un fulmine mi torna in mente questo meraviglioso dessert al cucchiaio che tanto successo ebbe all'incirca 8 anni fa, quando comparve per la prima volta su Cucina in Simpatia, e fu subito amore a prima vista, per me come per molte altre utenti del forum, tutte attratte sia dalla rapidità di esecuzione, che dalla gradevolezza del dessert in sé.
In buona sostanza, si tratta di una variante della classica panna cotta, che questa volta ho leggermente modificato, sia nelle proporzioni, che nell'uso dell'agar agar al posto dei fogli di colla di pesce. Confesso che l'ho preferita in questa versione in cui latte di cocco e panna sono usati in quantità pressoché identica (mentre nell'originale il latte di cocco prevale), perché pur non penalizzando il gusto del cocco che è sempre caratterizzante, risulta più scioglievole al palato, più pannosa, insomma.


Sono felice di aver rispolverato questo dolce, che può essere servito come dessert di fine pasto, o anche come fresca merenda per spezzare il pomeriggio. Con queste dosi son venute 5 porzioni che ho servito guarnendo con uno sciroppo di mirtilli homemade (non da me, però). Altri possibili abbinamenti sono con una spolverata di cacao e cocco rapé, oppure con ghirigori di cioccolato fondente fuso, come propone Sabrina nel post su CiS. O come altro vi viene in mente ;-)

Per 5 porzioni:

Mescolare insieme il latte di cocco e la panna e mettere a scaldare sul fornello senza far arrivare a ebollizione.
Mescolare insieme zucchero e agar agar e aggiungere alla miscela calda di latte e panna, mescolando per far sciogliere bene.
Aggiungere anche il cocco rapé, sempre mescolando.
Far stiepidire, dando una rimestatina ogni tanto, quindi versare negli stampini, far finire di raffreddare e mettere in frigo per almeno 5 ore prima di servire.
Sformare e guarnire a piacere, io con sciroppo di mirtilli fatto in casa.


Ecco qua! Ci mancava solo che arrivasse anche la prole... povera Gatta!!! :-D

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...