mercoledì 13 luglio 2016

Risotto agli asparagi e castelmagno

Eh sì, ormai vado pazza per i risotti, a patto che siano fatti col riso Acquerello.


Questa è un'altra proposta con gli asparagi, fatta ovviamente tempo fa, quando era la loro stagione, e anche stavolta nata in maniera del tutto casuale. Infatti, avevo preso gli asparagi per farli così e mangiarli come semplice contorno. Poi ho pensato che avrei potuto sacrificarne una parte per fare un buon risotto e, strada facendo, mi sono anche ricordata di avere in frigo un tocco di formaggio castelmagno, con cui avrei potuto mantecarlo.
Ottimo e insolito, con quel sentore di limone che forma un piacevole contrasto col gusto formaggioso del castelmagno, direi senz'altro da replicare, quando sarà di nuovo stagione di asparagi.


Per la preparazione degli asparagi:
  • un mazzetto di asparagi, possibilmente selvatici, da circa 500 g
  • scorza di un limone
  • 2 spicchi d'aglio
  • sale e pepe nero al mulinello
  • un giro d'olio
Preparare gli asparagi esattamente come avevo  raccontato qui e tenerli da parte.


Per 2 porzioni di risotto: 
  • 170 g di riso Acquerello
  • 20-30 asparagi di quelli preparati anzitempo
  • una cipolla medio piccola
  • uno spicchio d'aglio
  • 1/2 litro di brodo vegetale
  • 50 g di castelmagno
  • vino bianco per sfumare
  • una noce di burro per mantecare
  • sale (se necessario) e pepe nero al mulinello
  • olio evo
Tritare la cipolla e l'aglio e farli rosolare nell'olio.
Togliere le cime agli asparagi e tenerle da parte. Tagliare a pezzetti i fusti, aggiungerli alla base soffritta e far rosolare ancora qualche minuto.
Aggiungere il riso e far tostare, quindi sfumare col vino.
Portare a cottura col brodo e poco prima della fine della cottura, aggiungere le cime degli asparagi, tenendone da parte qualcuna per guarnire i piatti, e il castelmagno sminuzzato grossolanamente. Mescolare finché il formaggio non si sia del tutto sciolto e aggiustare di sale.


Fuori dal fuoco, mantecare con una noce di burro.
Guarnire ogni porzione con le cimette tenute da parte e servire con una macinatina di pepe nero, se gradito.

Ssssssssssexy Sledgehammer


Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...