martedì 28 giugno 2016

Davina's chocolate and banana traybake

Davina McCall è un personaggio piuttosto famoso in Gran Bretagna, e si occupa di fitness e alimentazione. E' tutto quello che so e che, per ora, mi interessa sapere di questo personaggio, per cui se qualcuno volesse approfondire meglio la sua conoscenza, può farlo andando sul suo sito This Is Davina


Io invece, voglio parlarvi di questo dolce che Davina ha messo a punto e che mi ha subito fatto gola. Un dolce cioccolatoso cioccolatoso, denso e umido tipo fudge, o tipo brownie, se preferite. Un dolce in cui lo zucchero viene sostituito dallo sciroppo d'acero, e a cui la polpa delle banane schiacciate dà una consistenza scioglievole.
Un dolce calorico, coi suoi 180 g di burro e 5 uova, ma basta mangiarne solo uno dei 16 quadrati che ci si ricavano, e poi farsi un'oretta di camminata sul lungomare, o in campagna, per bruciare... no, non provate a fare i furbi! Intendo uno al giorno, non uno alla volta! ;-P


Gli 80 g di gocce di cioccolato fondente sono una mia agigunta di cui si può fare benissimo a meno. Il dolce è già abbastanza cioccolatoso, e le gocce si fondono con tutto il resto. Non ne vale la pena ;-)
  • 200 g di farina integrale di farro (io 120 g di Sapori Antichi Mulino Marino e il resto farro)
  • 50 g di cacao amaro in polvere
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere (io cremor tartaro)
  • un pizzico di sale
  • 180 g di burro
  • 180 g di sciroppo d'acero
  • 3 banane piccole e mature
  • 5 uova
  • 80 g di gocce di cioccolato fondente (mia aggiunta, facoltativo)

Schiacciare grossolanamente le banane con una forchetta e tenerle da parte.
Setacciare insieme la farina col cacao, il sale e l'agente lievitante.
Nella ciotola dell'impastatrice, con la frusta a K, battere a spuma le uova. Abbassare la velocità al minimo e aggiungere le polveri, un cucchiaio alla volta.
Fondere il burro, unirvi lo sciroppo d'acero e la banana schiacciata.
Una volta finito di aggiungere la farina alle uova, incorporarvi il mix di ingredienti liquidi. Alzare un po' la velocità della frusta e far amalgamare bene, facendo incorporare un po' d'aria.


Togliere la ciotola dalla base e unirvi delicatamente le gocce di cioccolato ma, come ho già scritto sopra, se ne può fare a meno perché nel risultato finale neanche si distinguono.
Versare in uno stampo quadrato di 20 cm di lato (il mio era di silicone, se se ne usa uno di metallo, ovviamente ungerlo e infarinarlo prima) e infornare nel forno preriscaldato a 160° ventilato per 45-50 minuti, o comunque finché il dolce non si presenti gonfio ed elastico al tatto, e leggermente distaccato dai bordi dello stampo.


Far stiepidire finché non sia possibile sformarlo, quindi far finire di raffreddare su una gratella e porzionare in 16 quadrotti.
Si conserva per alcuni giorni in un recipiente a chiusura ermetica, in frigo. 

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...