martedì 15 marzo 2016

Cinnamon rolls with creamcheese glaze

Amanti dei dolci alla cannella, a me gli occhi, please! E pure le orecchie, e le papille gustative. Se fino ad oggi gli unici cinnamon rolls che avete conosciuto erano quelli surgelati dell'Ikea, da questo momento inizia per voi una nuova vita! :-)


Scherzi a parte, senza voler avere la presunzione di scalzare abitudini più o meno consolidate, ma fare i cinnamon rolls è davvero una passeggiata, soprattutto per chi ama preparare gli impasti lievitati, e danno tutta un'altra soddisfazione, sia di gusto che di vanto, per il fatto di averli fatti con le proprie mani.
Abituati a considerarli dolci svedesi, in effetti ai più sfugge il fatto che sono molto diffusi anche negli States, tant'è vero che la ricetta che ho seguito io è presa dal solito libro American Bakery di Laurel Evans mentre, per la farcitura e la glassa al formaggio (creamcheese glaze), ho fatto riferimento al sito Un'Americana in Cucina, sempre di Laurel Evans.


Ora, se i cinnamon rolls americani siano d'importazione svedese, o se si tratti di una ricetta simile, ma originale, sinceramente non so. Ricordo che, già quand'ero bambina li mangiavo, e comunque, tra questi e quelli svedesi io noto una differenza soprattutto nella consistenza della pasta brioche, come se quelli americani fossero più gonfi e soffici. Insomma, al di là del gusto di cannella, molto pronunciato in entrambi i rolls, non direi che siano uguali.
E del resto, c'è un unico modo per scoprirlo... farli!
I miei sono a lievitazione naturale, mentre nella ricetta della Evans c'è il lievito di birra disidratato. 


Impasto
  • 180 g di latticello
  • 3 uova bio
  • 50 g di miele d'acacia (zucchero nell'originale)
  • 1 cucchiaino di sale
  • 300 g di farina manitoba 400W circa
  • 250 g di farina debole 00 bio
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere (mia aggiunta) 
  • 85 g di LNL rinfrescato e al picco dell'attività fermentativa (una bustina di lievito di birra disidratato nell'originale)
  • 90 g di burro in pezzi 

Mettere tutti gli ingredienti nella MdP, se ce l'avete, altrimenti impastate come fate solitamente. L'introduzione degli ingredienti nel cestello deve seguire l'ordine elencato, e il lievito naturale va messo in una cavità scavata nelle farine. Avviare il programma Impasto & Lievitazione e lasciar raddoppiare l'impasto, occorreranno 12 ore circa.
Quando si presenterà bello gonfio, scaravoltarlo sulla spianatoia leggermente infarinata e stenderlo col mattarello, cercando di dare, per quanto possibile, una forma rettangolare.


Farcitura
  • 180 g di zucchero di canna scuro, è consigliabile il muscovado
  • 3 cucchiai di cannella in polvere
  • 60 g di burro morbido

Mescolare insieme lo zucchero e la cannella. Spalmare delicatamente il burro molto morbido sul rettangolo d'impasto, tenendosi a 1 cm dai bordi, e spolverizzare col mix di zucchero e cannella. Arrotolare dal lato più lungo, serrando bene il salsicciotto ad ogni giro. Tagliare a fette di 2,5 cm circa, a me son venute 15 fette.
Disporle sulla leccarda (ne serviranno due) foderata con la cartaforno, cercando di tenerle un po' distanziate (lievitando e cuocendo, finiranno inevitabilmente per attaccarsi, ma non è un disastro ;-) ) e mettere a lievitare in forno con lucina accesa, serviranno 1-2 ore circa.
Preriscaldare il forno a 180° ventilato e infornare, lasciando in cottura per circa 30 minuti, comunque fino a doratura.
Sfornare e farli raffreddare, trasferendoli su una griglia appena la temperatura lo consente.
Quando saranno completamente freddi, si potranno decorare col


Creamcheese Glaze
  • 115 g di quark (Philadelphia nell'originale)
  • 120 g di zucchero a velo
  • 50 g di burro morbido
Battere tutto insieme con le fruste elettriche per ottenere una glassa densa, ma fluida.
Con l'aiuto di un cucchiaio, colare sui cinnamon rolls

L'amicizia, dolce come i cinnamon rolls... Olive e Ninja, micie condominiali :-)


3 commenti:

  1. Sai che ho un' idiosincrasia per la cannella. I cinnamon mi hanno sempre incuriosito, ma proprio per il motivo addotto non li ho mai preparati. Chissà che non mi scatti la molla ora! :))
    Che cosa sono queste micette ♥
    Un abbraccio a te ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, ma tu perché vuoi autoinfliggerti delle penitenze? Se hai un'avversione per la cannella, addirittura un'idiosincrasia la chiami, queste girelle non sono per te, dammi retta ;-) Qui di cannella ce n'è tanta, ma proprio tanta, eh! e non avrebbe senso metterne di meno, e io già lo so che se provi a farle, poi mi fai come con la tisana di zenzero che hai provato, ma alla fine non ce l'hai fatta a berla ;-)
      Su su, in giro troverai sicuramente qualcos'altro che sarà più gradito al tuo gusto :-D
      Un abbraccio e buon weekend! :-*

      Elimina
  2. ahahaahhaahahahah!!! E pure tu hai ragione!

    Buona domenica, cara :*

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...