domenica 14 febbraio 2016

Sweet potato muffins, muffin alle patate dolci, di Jamie Oliver

I muffin salati sono sempre una cosa sfiziosa da preparare e mangiare. Si apprezzano per aperitivo, per gli antipasti "di tutto un po'", per i buffet, o anche solo per una merenda.
Questi di Jamie poi sono particolari, diversi dai soliti, perché impiegano una quantità significativa di patata dolce (o, in mancanza, di zucca), più del doppio della quantità di farina, per cui risultano belli umidi e saporiti.


Basilare la presenza dello scalogno, in abbondanza, per caratterizzare meglio il sapore, e il tocco di piccante che non guasta affatto.
I semini non hanno solo una funzione decorativa, sono anche nutrienti, perciò non sottovalutare la loro presenza.
Peccato che non avessi i fiocchi di latte, che ho rimpiazzato con del quark alle erbe. E' da rifare senz'altro utilizzando l'ingrediente omesso.
Un consiglio: Jamie dice di grattugiare le patate dolci crude... ecco, se proprio volete fare così, avviatevi con 24 ore di anticipo perché vi richiederà un tempo infinito. Meglio triturarle con un bel mixer a lame ;-)

  • 600 g di patate dolci (o zucca butternut squash, nota da noi come zucca violino)
  • 4 scalogni
  • 1-2 peperoncini piccanti
  • 6 uova intere
  • 3 cucchiai di fiocchi di latte (io ho usato il quark alle erbe)
  • 250 g di farina integrale
  • 8 g di cremor tartaro + 4 g di bicarbonato di sodio (o 1 bustina di lievito non vanigliato)
  • 50 g di parmigiano grattugiato (+ un po' per spolverizzare)
  • semi di girasole
  • semi di papavero

Foderare le cavità (per queste dosi ce ne vorranno 18) degli stampi da muffin con altrettanti pirottini di carta, leggermente unti di olio evo, e far scaldare il forno a 180° statico.
Sbucciare le patate dolci e triturarle col mixer a lame.
Affettare sottilmente gli scalogni e i peperoncini, aggiungerli alle patate e mescolare.
Aggiungere le uova, i fiocchi di latte (o il quark) e la farina stacciata col cremor tartaro e il bicarbonato (o la bustina di lievito).
Incorporare infine il parmigiano, salare pepare e mescolare fino ad amalgamare bene il tutto. L'impasto apparirà denso e ruvido.


Distribuire l'impasto nei pirottini, decorare i muffin coi semi, qualche rondellina di peperoncino e una spolverata di parmigiano. Far cuocere per 45-50 minuti, facendo sempre la prova stecchino di verifica cottura.
Gustare caldi, e se avanzano, consiglio di scaldarli un po' prima di mangiarli.

Per San Valentino, un video di Simon's Cat realizzato per l'occasione, la storia di un tentativo di amicizia un po' troppo "irruente" per il nostro micio, che se la dà a... zampe! :-)

6 commenti:

  1. Uh che interessanti questi muffins. Devo cercare la zucca o le patate dolci, vabbè in ordine contrario. :)))

    Ammazza che gattone! Il nostro gatto preferito a confronto sembra un micino... persino nei modi.^_^
    Baci tanti!

    RispondiElimina
  2. sicura, cottura 45/50 minuti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia.
      Sì, sono sicura, perché? cos'è che non ti convince? troppo? troppo poco?
      Comunque conviene sempre fare la prova stecchino.
      Ciao.

      Elimina
    2. ahahahahahaahah Sì, mi sembrava troppo ma hai ragione tu la prova stecchino non tradisce mai. ;)

      Elimina
    3. Se li provi vedrai che non è tanto. L'impasto è molto denso, le patate dolci grattugiate sono crude e l'appesantiscono molto. E' una durata che, con la cottura statica, ci sta senz'altro tutta ;-)
      Ciao.

      Elimina
  3. Hai ragione non avevo considerato le patate crude. ;)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...