giovedì 10 dicembre 2015

Hamburger di salmone con salsa piccante di yogurt al prezzemolo e basilico

    Un po' di tempo fa un'amica mi dice "Sai? ho fatto gli hamburger di salmone di Marco Bianchi!"
    E io "mmmmm, buoni! di sicuro una ricetta salutare, conoscendo Marco Bianchi... e dimmi, come li hai fatti?"


    "Guarda, credimi, sono di una facilità e velocità disarmanti... allora, prendi del salmone fresco, gli togli la pelle e le spine, lo tagli a cubetti e fai i cipollotti a fettine sottili. Li unisci in una ciotola e aggiungi un pizzico di sale, un paio di cucchiai di pane grattugiato, due di olio extravergine e il succo di limone, quindi mescoli fino a ottenere un macinato omogeneo."
    Al che la guardo e le chiedo "e per legare? niente uovo, o anche solo albume?"
    "No no, niente, tutto qui!"


    Dico "scusa, ma come fai a formare gli hamburger? o meglio, magari li formi pure, ma quando li vai a cuocere si disfano..."
    E lei "ah, ma per quello ti aiuti col coppapasta: metti il coppapasta al centro della padella scaldata, ci metti l'impasto di salmone, pressi bene, fai cuocere 4-5 minuti, togli il coppapasta e giri dall'altro lato!"
    ...
    ...
    ...


    Ora, con tutto il rispetto per Marco Bianchi e le sue ricette che sono sicuramente un grande tributo al mangiare sano, ma mangiare sano è una cosa, fare penitenza un'altra! Per carità, non che una voglia fare chissà cosa di grasso-tossico-velenoso, ma se ci si volessero mettere giusto un paio di albumi, di quelli avanzati da qualche altra preparazione e che stanno congelati in freezer, che male sicuramente non fanno, ma danno compattezza, profumare con un po' di erbette aromatiche che stanno nei vasetti sul balcone, e appena un'idea di parmigiano grattugiato giusto per dare un po' di sapidità... ahò, così me sanno molto meno di cibo da penitenti, pur senza averci messo chissà che.


    E se, per aiutare a mandarli giù più facilmente, si facesse una bella salsina piccantina a base yogurt (magro, eh! per carità! ;-) ), come quella che già si era fatta qui, ma profumata con altre erbette, stavolta... eddai, su! e mica mi si vorrà venire a dire che così sono meno salutari! ;-D


    Per 4 hamburger da 100 g cadauno circa:
    • 350 g di salmone fresco in tranci
    • uno spicchio d'aglio
    • un mazzetto di prezzemolo
    • un po' di peperoncino (io ho usato un piccolo ibrido noto come CGN 2150xxx)
    • un paio di rametti di timo
    • 2 albumi
    • 3-4 cucchiai di pangrattato
    • la scorza zestata di 1/2 limone
    • un cucchiaio di parmigiano
    • sale rosa dell'Himalaya
    Privare il salmone della pelle, vertebre e spine. Mettere nel food-processor e dare qualche veloce colpetto di lame, giusto per triturare senza ridurre troppo in poltiglia. Metterlo in una ciotola e aggiungere l'aglio passato allo spremiaglio, il prezzemolo e il peperoncino triturati, le foglioline di timo, gli albumi, il pangrattato, il parmigiano, le zeste di limone e il sale. Amalgamare bene il tutto e formare 4 polpette di circa 100 g cadauna, da schiacciare nell'apposito strumento per formare gli hamburger, meglio se tra due dischi di cartaforno.


    Far arroventare bene una piastra o una padella antiaderente e metterci a cuocere gli hamburger, senza aggiungere grassi.
    Servire con a lato una bella
       Salsa piccante di yogurt profumata al basilico e prezzemolo:
      • 170 g di yogurt greco al 0% di grassi
      • qualche foglia di basilico fresco
      • 1 ciuffo di prezzemolo triturato
      • 1 spicchio d'aglio passato allo spremiaglio
      • peperoncino fresco triturato (io ho usato mezzo cayenna e 2 fuoco della prateria)
      • 2 cucchiai di succo di limone
      • olio evo
      • sale affumicato della Danimarca

      Mescolare insieme tutti gli ingredienti, emulsionando con l'olio evo fino a raggiungere la fluidità desiderata.


      Credetemi, anche così sono gustosi senza togliere nulla alla leggerezza, e leggeri senza togliere nulla al gusto ;-) 

      E voi, avete mai dato i fiori di Bach al vostro gatto? :-D


          Nessun commento:

          Posta un commento

          LinkWithin

          Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...