lunedì 9 febbraio 2015

Lasagne di Garfield

Ve l'ho mai detto che, oltre a essere una fan di Simon's Cat, lo sono anche, da molto più tempo, di Garfield?
Lo conoscete Garfield, vero? E' il gatto più irriverente, simpatico, pigro e ciccione del mondo dei fumetti, ideato da Jim Davis. E proprio perché pigro e ciccione, viene presentato come un gran mangione. Vorace. Sempre affamato. Onnivoro.
Ecco, onnivoro: mangia di tutto (tranne i topolini di cui è un amicione), dal cibo per gatti ai donuts, dagli uccellini alle cosce di pollo, dai pesciolini rossi alle lasagne.
Già, le lasagne... insieme alla pizza (di dimensioni XXL fuori standard con peperoni, salsiccia e doppia mozzarella), le lasagne sono il suo piatto preferito. E del resto, a chi non piacciono le lasagne??? :-)



Ovviamente, io non so come siano fatte le lasagne che mangia Garfield. Propendo a credere che siano quelle prontocuoci che si trovano in vendita in tutti i supermercati americani, ma se dovessi avere ospite Garfield a pranzo, io le lasagne gliele preparerei così ;-)


Pirofila da 4 porzioni (ovviamente tutte per Garfield!):
  • 12 sfoglie di lasagna secca
  • ragù di macinato (1 litro di passata di pomodoro)
  • béchamel con 250 g di latte
  • 250 g di mozzarella
  • 2 uova sode
  • 250 g di ricotta di pecora (o vaccina secondo i gusti)
  • abbondante parmigiano grattugiato
  • fiocchi di burro

Ovviamente, il primo passo sarà quello di preparare il ragù e la béchamel, che dovrà essere tendente al fluido, perciò attenzione a quanto la si fa addensare. Non sto a dare indicazioni né su come fare l'uno, né l'altra, che ognuno ha una ricetta che preferisce seguire.


L'uso delle uova sode e della ricotta è una rimembranza della mia infanzia, quando mia madre preparava le lasagne come piacevano a mio padre, seguendo quest'usanza tipicamente napoletana di impiegare questi due ingredienti, che non troverete mai, per esempio, in un timballo come si usa fare qui in Abruzzo. E che vi devo dire? a me la ricotta e le uova sode nelle lasagne mi mandano in visibilio!
A questo punto, avendo tutti gli ingredienti pronti sul piano di lavoro, la mozzarella dadolata, le uova affettate, ragù, béchamel... possiamo passare all'assemblaggio.


Prendere una pirofila rettangolare da lasagna, per 4 porzioni, e distribuire sul fondo poche cucchiaiate di ragù. Adagiare un primo strato di sfoglia secca, facendo attenzione che, se si sovrappongono un po', bisognerà mettere del ragù tra i lembi sovrapposti, per evitare che in cottura si incollino tra di loro, formando una cotica spessa che resterà dura. Quindi coprire col ragù, qualche cucchiaiata di béchamel, parmigiano, qualche mucchietto di ricotta e pezzi di uova sode.


Proseguire con questa alternanza fino a esaurimento degli ingredienti, chiudendo con ragù, qualche cucchiaiata di béchamel e una generosa spolverizzata di parmigiano.
Distribuire qualche fiocchetto di burro, coprire con un foglio di alluminio e infornare nel forno preriscaldato a 200° ventilato, lasciando cuocere coperto per una ventina di minuti, quindi altri 10 minuti scoperto per la formazione della crosticina.


Lasciar riposare una decina di minuti fuori dal forno per poter porzionare meglio... mmmmm, Garfield, non è che me ne faresti assaggiare un pezzettino??? seee, figurati... questo, pur di non dividerla con nessuno, ci si tuffa pure dentro!!! ;-P




    8 commenti:

    1. Ciao Concetta!
      Già dal titolo si presagiva un post che avrebbe lasciato il sorriso sulle labbra e un brontolio di stomaco alle 9.30 del mattino...
      Perché, cara mia, anche io adoro e vado in visibilio per le uova e la ricotta nella lasagna, che come ci hai ben spiegato essere una tradizione prettamente campana.

      Ecco dunque che ora, anziché voglia di sorseggiare un altro buon caffè..., mi viene voglia di una bella forchettata di questa lasagna! :)))))))))
      E' un piatto che preparo raramente, ma la prossima volta non devo assolutamente dimenticare questa variante!

      Ti abbraccio e ti auguro una settimana bella! :-*

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Ciao MariaTeresa, felice di sapere che anche tu conosci questa versione partenopea delle lasagne con l'uovo e la ricotta... sono davvero buone così, vero? Sul fatto di averne voglia alle 9.30 di mattina... ecco... ho sentito anche di peggio! :-D
        Grazie per la visita, ricambio l'abbraccio e l'augurio di una bella settimana ;-)

        Elimina
    2. Ahahahhaahahhahahaahaah!!!!
      E certo, come poteva non piacerti Garfield!
      Il ragù lo baipasso ma le uova sode con la ricotta giuro che non me le farò mancare! Anche io cuocio con stagnola per un tot.
      Adoro le lasagne e ogni volta rischio la fine di Garfield!
      Grazie per la ricettuzza!
      :*:*

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Eeehhhh Garfield è Garfield, non si tocca! Non so più quanti anni sono che ricevo, tutti i giorni, la strip del giorno nella mia casella email. Ormai è diventata una dipendenza, come il primo caffé del mattino ;-)
        Senti, se provi la lasagna con le uova e la ricotta, bene che non fai il ragù, ma fai però un sugo leggero di pomodoro. Questo perché io il connubio l'ho sempre mangiato con la lasagna rossa, e non riesco ad immaginarlo con una lasagna condita in bianco... non so, senti magari che ne pensa pure MariaTeresa, visto che anche lei ne è un'amante ;-)
        Grazie a te per la visita... ciao! ;-)

        Elimina
      2. No no, ma io mica pensavo di farla in bianco, semplicemente volevo eliminare l'eventuale, macinato o spezzatino che sia. Ok ne parlerò anche con MT! Grazie Minnie! :*

        Elimina
    3. PORCA MISERIA!!!! Blogger mi ha mangiato il commento...ed io avevo già copiato un comando xml ^_^...stavo per rispedirti quello!! va beh
      ad ogni buon conto credo che Garfield si leccherebbe di santa ragione i baffi davanti ad un piatto di lasagne così. Sono d'accordo con te sul fatto che lui sarà abituato alle lasagne che offre il (super)mercato del suo paese :-)))
      Io a garfield preferivo Birba dei puffi. So che non c'azzecca una fava ma parlando di gatti dei cartoons....
      Comunque questa lasagna ha un aspetto davvero invitante e devo dire che...altro che lezione di STEP in pausa pranzo!!!! Terrei volentieri allenata la mandibola con un bel piatto fumante di questa meraviglia ^_^
      un bacione
      P.S.: come stanno i pelosi di casa???

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Che ingordo questo blogger! Se non stai attenta, tutto si mangia!!! :-D
        Birba dei Puffi? ricordo vagamente quei mammocci perché erano i cartoni preferiti di un mio nipotino... io ero già (parecchio) cresciutella, ormai!
        Allenamento della mandibola, che bello sport!
        I pelosi di casa stanno bene, grazie! =^.^=
        Bacione puratté!

        Elimina

    LinkWithin

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...