giovedì 30 ottobre 2014

Cucinare con l'Acticook: minestrone genovese secondo Stefania

Ho dato un'occhiata in giro sui vari siti di cucina per vedere cosa dicevano a proposito del minestrone genovese, ed ho scoperto che non è esattamente come quello che ho mangiato all'inizio di questa estate appena passata, ad una cena vegetariana a buffet, di quelle dove ognuno partecipa portando qualcosa. Di quella volta ricordo il profumo che veniva fuori dalla zuppiera, e che esercitava l'effetto del canto delle sirene su Ulisse, e pareva che ripetesse in una nenia ammaliante ed ossessiva mangiami... maangiamiiii...
Però, in quello c'era la ricotta, che non ho trovato in nessuna ricetta originale. Inoltre, la persona che lo preparò, Stefania per l'appunto, disse che banalmente bastava fare un minestrone secondo le proprie abitudini, mentre in molte delle ricette che ho trovato in giro, la preparazione del minestrone secondo la cucina genovese ha un che di rituale, che prevede ingredienti, tempi e procedimento ben precisi


Tuttavia, io ho preparato il mio seguendo le indicazioni che mi diede Stefania, perché ricordo che il suo mi piacque molto... l'assaggio fu, a dir poco, travolgente! La cremosa freschezza di ricotta e pesto al basilico avevano creato un legame tra le diverse verdure, offrendo al palato un'esperienza gustativa ricca e saporita.
E' raccomandabile preparare questa variante di minestrone d'estate, in modo da poterlo gustare freddo, come l'ho potuto apprezzare io, e questo è un consiglio che si trova anche nelle ricette originali ;-)
  • minestrone per 4 persone
  • 1 vasetto (100 ml) di pesto genovese, meglio se fatto in casa
  • 250 g di ricotta vaccina fresca
Il minestrone l'ho cotto con l'Acticook, ho fatto rosolare nell'olio una cipolla media affettata sottilmente con un paio di spicchi d'aglio e qualche stelo di prezzemolo, quindi ho svaporato con un po' di vino bianco. Ho aggiunto tutte le verdure tagliate (zucchina, carota, sedano, pomodorini, patate, bietola, cavolo estivo, basilico, fagioli borlotti) e le ho fatte rosolare per pochi minuti, quindi ho allungato con 3 ecodosi di acqua e un bel cucchiaino colmo di insaporitore vegetale. Ho chiuso col coperchio con la leva in posizione Verdure e impostato il tempo di cottura a 20 minuti, ma solo perché i fagioli erano secchi e non avevo avuto il tempo di farli ammollare. Diversamente possono bastare anche 15 minuti (di sicuro non i 5 indicati sul ricettario Acticook, non per i miei gusti, almeno).


Far raffreddare completamente il minestrone, quindi aggiungere il pesto e la ricotta, mescolando bene.
Impiattare e servire con un filo d'olio crudo, nel mio caso piri piri oil.

Wrecking Ball, palla demolitrice... forza su, fatevi sotto! Demolite anche quel po' che sta ancora in piedi, demolite tutto, il passato, la storia... c'è rabbia, e sfida... soprattutto sfida...



2 commenti:

  1. Mmmmmm 'sto minestrone mi attira assai! Ma scusa, è crudele pubblicare una cosa consigliato da fare in estate! :))))
    E io sono stra-sicura che mi piacerà. Mi sa che ľ estate non ľ aspetto. Peccato però non avere il mio pesto. La quantità di basilico era scarso e di pesto ne è uscito poco, peccato.
    Meno male che sto col cel e non vedo il video, perché già stamattina sto storta, se lo vedo peggioro il mio umore. Rimando al pomeriggio va.
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E lo so Silvia, hai ragione. Ho pensato anch'io che era decisamente fuori stagione. Va detto, a onor del vero, che quando ho scritto la ricetta eravamo ancora nella coda calda dell'estate, quindi ci stava... diciamo che speravo che la coda si protraesse fino a oltre la fine di ottobre, ma sono stata troppo ottimista :-)
      Tu, se non vuoi aspettare l'anno prossimo, prova a farlo lo stesso, e mangialo tiepido, che secondo me è buono uguale ;-)
      Abbraccione!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...