giovedì 11 settembre 2014

Verdure al forno ripiene di... kugel!

    Come ogni estate, anche quest'anno la teglia di verdure ripiene al forno ha fatto bella, e buona, mostra di sé. Solo che avevo voglia di riempire le verdure con qualcosa di diverso ed insolito, e non il solito riso, o tonno, o pangrattato...


    Apro la dispensa per vedere cosa aveva da offrirmi e... mumble mumble... lo sguardo mi punta un fondo di sacchetto di quinoa.
    La quinoa! che bell'idea! Faccio le verdure ripiene di quinoa, così le faccio anche leggere e nutrienti.
    Sì, però, la quinoa... e poi? Sì, insomma, non è che potessi metterci solo la quinoa, dovevo insaporirla in qualche modo. Come?
    Dunque, intanto la quinoa la faccio cuocere, mi pare ovvio. Quindi una bella cipolla rosolata nell'olio, una tostatina alla quinoa, e poi a cottura con del brodo.
    Bene, e una cosa è fatta. Poi?


    Bé, la scavatura delle verdure, è ovvio! la polpa delle zucchine, quella dei pomodori...
    Bene, e pure questa ci sta, ma per insaporire? per profumare? che spezie posso usare?
    Un po' di pepe nero macinato mi pare d'uopo... poi una bella spolverata di curry, o di curcuma... di curcuma!!! sì sì, me gusta di più!
    Sì, vabbé, ma allora vuoi riempirle di kugel???
    Di KUGEL!!! ma sììììì, che bella idea!!! ci metto anche i fiocchi di latte, le uova per legare, e poi, invece di mettere tutto in una pirofila, ci riempio le verdure!!!


    Una genialata, e pure buonissima!!!
    • verdure estive miste (nel caso mio 2 pomodori maturi, 2 peperoni, 1 zucchina lunga tagliata in due, 1 zucchina tonda)
    • 100 g di quinoa
    • 1 cipolla rossa medio-grande
    • 300 g di acqua
    • 1 cucchiaino di insaporitore vegetale
    • 175 g di fiocchi di latte
    • 2 uova
    • semi di cumino
    • curcuma
    • 1 spicchio d'aglio
    • olio evo, sale, pepe

    Sciacquare la quinoa sotto l'acqua corrente e farla scolare.
    Affettare sottilmente la cipolla e metterla a rosolare in una casseruola con l'olio. Aggiungere la quinoa scolata e farla tostare qualche minuto, quindi allungare con l'acqua e aggiungere l'insaporitore vegetale. Far cuocere fino a totale assorbimento del liquido, quindi coprire con un coperchio e lasciar riposare.
    Nel frattempo, lavare bene le verdure e scavare via la polpa (pomodori e zucchine) e privare i peperoni del picciòlo, i semi e i filamenti. Il peperone che rimane attaccato intorno al picciòlo può essere fatto a pezzettini e messo anch'esso nel ripieno.
    Salare leggermente l'interno delle verdure e tenerle da parte.


    Riprendere la quinoa e aggiungerci i fiocchi di latte, le uova, la polpa scavata via dalle verdure e sminuzzata, la curcuma, il cumino, lo spicchio d'aglio a pezzettini piccini piccini, sale e pepe. Mescolare bene e riempire le verdure, incoperchiando con la loro calotta i pomodori e le zucchine nel caso fossero quelle tonde, fermando il coperchietto con uno stuzzicadenti.
    Adagiare su una pirofila da forno, eventualmente foderata di cartaforno e leggermente oliata, e infornare nel forno già caldo a 190° ventilato per circa 30 minuti.
    Lasciar stiepidire un po' prima di gustare. Sono davvero ottime, leggerissime ma molto gustose.
    E se avanza un po' di ripieno? e ci si fa un kugelino!!! :-D


    E meno male che ho potuto completare questo post in santa pace, senza che nessuno dei miei gattacci mi combinasse quello che ha fatto Simon's Cat!

      6 commenti:

      1. Ecco..., la quinoa è una di quelle cose che non ho mai mangiato e che, sinceramente, non ha mai destato il mio interesse fino al punto di decidere di acquistarla...

        Ma la visione di queste verdurine, così farcite, mi fa venir proprio voglia di assaggiarla e ora mi tocca provare!!
        Concetta, ma quante ispirazioni mi dai??? :DDDDDDDDDDD

        Abbraccio grande grande insieme all'augurio di una buona giornata!!


        p.s. Simon's cat... ahahahhaahahahahahah meraviglioso!!!!

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Ciao EmmeTì! Credo che all'inizio sia così un po' per tutti, voglio dire, vincere quella naturale reticenza che si ha nei confronti di ciò che non si conosce. Io stessa ci ho messo un po' prima di decidermi a provare la quinoa (come pure altri semini), solo dopo aver tanto letto e sentito delle ottime proprietà nutrizionali innanzitutto, e poi aver visto delle ricette intriganti. Perché va detto anche questo: se compri i semini, e poi non sai come cucinarli, non è che fai un gran bell'affare ;-)
          La quinoa si può sfruttare in tante preparazioni, sia estive che invernali, e porca vacca, fa dannatamente bene! Lo sai che è alla base dell'alimentazione delle popolazioni andine? e che è ricco di proteine vegetali, e quindi un alimento amico delle nostre arterie? C'è chi obietta "eh, ma è anche calorica!" E' vero, da cruda ha quasi 350 kcal per 100 g, che però diventano poco più di 100 dopo la cottura. E comunque, con 100 g di quinoa hai visto quanta verdura ho riempito? Ha una resa talmente elevata che difficilmente ti mangi 100 g di quinoa tutti in una volta!
          Insomma, io ti consiglierei di provarla... con la tua curiosità e la tua bravura, sono sicura che ci faresti delle cose ottimissime. Se vuoi qualche altro spunto, basta che clicchi quinoa nella tag cloud qui di fianco.
          Abbraccio forte e buona giornata puratté! :-*

          Elimina
      2. Nooooo non ci posso credereeeee!!!! Ho appena finito di vedere il video vado per scriverti un commento e indovina? Mi sparisce la connessione! Ahahahahahahaaha!!!!!

        Le verdurine veramente sfiziose! Finalmente a forza di leggerti ho comprato la curcuma, il cumino ce l'ho, anche se a me quell'aroma tipo anice piace veramente poco. Mi manca la quinoa che compro domani.
        Queste, insieme al kugel le devo fare. Oh ancora non ho fatto il tuo babà rustico, ma credimi non lo dimentico!

        Al prossimo Simon's cat!

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Ahahahahah! meno mal che non avevi ancora scritto nulla ;-)
          Il cumino è molto particolare, e so che a molti non piace. Ricordo una vacanza a Cuba tanti anni fa, molti del mio gruppo erano disperati, perché nella cucina cubana il cumino viene infilato quasi ovunque, e loro non ne sopportavano neanche l'odore! Se proprio non ti va giù, puoi provare ad ometterlo.
          Ciao bella, buonanotte!

          Elimina
      3. ooohhh io con la quinoa ci ho fatto delle polpettine. quindi potrei decidere di usare i rimasugli proprio nel modo ingegnato da te! mi è piaciuto tantissimo leggere il processo mentale che ti ha portata all'elaborazione di questo piatto!! E' stato un po' come essere lì con te :-)))). Un abbraccio

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Ciao Riccia! Quindi sei anche tu una fan della quinoa?
          Divertente la mia elucubrazione (grazie per la delicatezza di chiamarla processo ;-D ) mentale, vero? Mi capita spesso di fare questi voli pindarici, e non solo in cucina ;-)
          Grazie per la visita, un abbraccio pure a te!

          Elimina

      LinkWithin

      Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...