martedì 5 agosto 2014

Cucinare con l'Acticook: ossobuchi di manzo coi pomodorini datterino

    Ovviamente, in questo periodo sono tutta presa dalla mia nuova caccavella di cui vi ho parlato un paio di post fa, la mia favolosa pentola a pressione Lagostina Acticook. Dopo averne testato la cottura di verdure al vapore, naturalmente volevo provare a farci qualcosa di più elaborato, e ho attinto un'altra ricetta dal ricettario accluso, e continuerò ad andare avanti così finché non ci avrò preso abbastanza familiarità da poterci improvvisare qualcosa di mio.


    Intanto, questa è una ricetta niente male per preparare gli ossobuchi. La ricetta originale parla di usare una scatola di pomodori pelati. Io avevo dei pomodorini datterino freschi da agricoltura bio e ho preferito usare quelli.
    Facile facile e superveloce ;-)
    • 4 ossobuchi di manzo bio da circa 180 g l'uno
    • 2 gambi di sedano
    • 2 carote
    • 1 cipolla
    • 2 cucchiai di olio evo
    • 1 ecodose di vino bianco (250 ml)
    • 400 g di pomodorini datterino bio
    • farina, sale, pepe nero al mulinello

    Dadolare gli odori e farli rosolare nella pentola con l'olio evo.
    Incidere la pellicina tutt'intorno agli ossobuchi per evitare che si "arriccino" durante la cottura, infarinarli, salarli e peparli, quindi farli rosolare nel fondo di verdurine su entrambi i lati. Quando sono dorati, sfumarli col vino bianco e lasciar evaporare.
    Aggiungere i pomodori tagliuzzati e, se necessario, poca acqua (la ricetta non lo dice, ma io ce ne ho messa un po' perché mancando il liquido di vegetazione dei pelati in scatola, il tutto mi sembrava troppo asciutto).


    Chiudere e far cuocere 13 minuti dal segnale/sibilo (lascerei anche 3-4 minuti in più, gli ossobuchi erano cotti, ma non mi sarebbe dispiaciuto se fossero stati più morbidi).
    Quando il timer segnala la fine della cottura, lasciar riposare ancora un minuto prima di far sfiatare tutto il vapore e aprire.
    Se il sugo apparisse troppo liquido, rimettere la pentola scoperchiata sulla fiamma e far restringere.


    Se si pensa che, normalmente, per far cuocere bene gli ossobuchi NON in pentola a pressione, ci vogliono 40 minuti, direi che ci sia un bel guadagno di tempo, per non parlare del risparmio di gas! ;-)

    Vita da gatti d'estate, nel giardino :-D

    Nessun commento:

    Posta un commento

    LinkWithin

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...