giovedì 12 giugno 2014

Fettine alla "pizzanesca"

Una preparazione ibridata. Un incontro tra una pizzaiola e una puttanesca.
Veramente, tutto è nato perché volevo fare solo una pizzaiola. La mattina avevo tirato un involto di fettine fuori dal freezer, pensando di farle a scaloppine o a pizzaiola. Quella stessa sera poi, sono tornata a casa particolarmente tardi, per cui la pizzaiola alla fine mi è sembrata l'opzione più veloce. Solo che, come spesso mi accade, strada facendo ho finito per aggiungerci ingredienti che, con la pizzaiola, non c'azzeccavano niente.
All'inizio, mi sono detta "mettiamoci l'insaporitore vegetale, invece dell'origano, che così il sapore è più sinfonico".
E mentre prendevo l'insaporitore in frigo, ho visto il vasetto di capperi in salamoia, e ho pensato "bé, qualche capperetto la renderebbe più sapida!".
Poi ho pensato "ma se ci metto i capperi, perché non anche qualche olivetta nera snocciolata?"... insomma, alla fine mi sono ritrovata questa roba che virava più sulla puttanesca che sulla pizzaiola, e allora ho fuso i due attributi e ne è venuto fuori un buon piatto di carne, saporito e puccioso ;-)


Per 2 porzioni:
  • 300 g di fettine di manzo da allevamento biologico
  • 3 pomodori pelati da agricoltura biologica
  • una quindicina di olive nere denocciolate
  • una manciata di capperi in salamoia, scolati
  • 2-3 spicchi d'aglio
  • 1/2 cucchiaino di insaporitore vegetale
  • un pizzico di peperoncino piccante (facoltativo)
  • olio evo, sale (ma anche no), pepe nero al mulinello
In una padella con un giro d'olio evo, mettere a rosolare gli spicchi d'aglio scamiciati e tagliati a metà con l'insaporitore vegetale. Nel frattempo, schiacciare con una forchetta i pelati, quindi aggiungerli alla padella, con le olive e i capperi, mescolando e lasciando sobbollire qualche minuto per far insaporire.
Adagiarvi le fettine, salare (io non l'ho fatto, per via dell'insaporitore che è già salato di suo) e pepare, incoperchiare e abbassare la fiamma.


Far cuocere a fiamma dolce, girando le fettine per farle cuocere su entrambi i lati. Evitare di infilzare le fettine con la forchetta, io in genere uso sempre una pinza da cucina, che così i succhi della carne non fuoriescono e la carne rimane più succosa.
Se il condimento dovesse asciugarsi troppo, prima che la carne si sia cotta abbastanza, aggiungere un po' d'acqua.

E mi raccomando, se avete un gatto in casa, non perdete mai di vista la tavola imbandita! ;-D


7 commenti:

  1. Olive, capperi, origano...insomma la maniera per farmi felice :-))))). Stuzzicanti queste scaloppine...e se poi sono pure "pucciose" allora sono proprio irresistibili!!!! Che non puoi dir di no! ;-) Un abbraccioooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essì, davvero irresistibili :-)
      Io poi, le fettine riesco a mangiarle solo se hanno un puccino, altrimenti mi si fermano nel gargarozzo :-D
      Un abbraccio pure a te!!!

      Elimina
    2. ahahahah!!! a Diano Castello si dice "ingavunano" per dire che, appunto, si arpionano lì e non scendono giù! Ti chiedo scusa perché non ho dato la giusta importanza al neologismo che hai coniato per questa ricetta. FANTASTICO! ehehehehhe. Ciau cara, buon w.e.!!

      Elimina
    3. Grazie! Buon weekend anche a te! :-)

      Elimina
  2. Quando mangiavo la carne, uno dei modi preferiti per gustarla, era proprio alla pizzaiola. Sicuramente alla pizzanesca sarebbe da sballo!
    Validissimo e anche necessario, il consiglio di non lasciare la tavola incustodita! ;)
    Ciao Minnie :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, sei vegetariana? che brava! io ho cercato ripetutamente di diventarlo, ma non ce la faccio... sono scesa ad un compromesso: mangiare meno carne e solo di animali adulti provenienti da allevamenti certificatamente biologici e controllati.
      Ciao cara, buon weekend! :-*

      Elimina
  3. Ma che belle queste ricette che nascono improvvisate dalla nostra fantasia!!!!
    E questa pizzanesca mi piace assai!

    Piatto veloce e stra-gustoso!! Con una fetta di pane la cena l'è pronta ;)))

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...