venerdì 30 maggio 2014

Focaccia alla farina di ceci e erba cipollina, a lievitazione naturale

E' pericoloso perdersi nella navigazione dei foodblog. Sono troppe le ricette intriganti che si possono leggere, scatenendo la voglia compulsiva di provarle tutte... ma come si fa? tutte non si può, chi ce l'ha il tempo?
Però poi ti capita quella ricetta, che immediatamente ti fa ricordare che, opporcapaletta! è da un po' che ho quell'ingrediente in dispensa, e ancora non mi decido ad usarla!
Ecco, è quel che è successo a me con la ricetta di questa focaccia. Mesi addietro, avevo preso la farina di ceci, che pensavo di usare per rifare la cecina, e invece poi l'occasione per fare la cecina non l'ho avuta, e il pacco di farina stava ancora lì, intonso.
In più, aggiungete che nel vasetto dell'erba cipollina erano già spuntati parecchi fili che chiedevano solo d'essere colti e usati... insomma, detto fatto! questa focaccia s'ha da fa'! :-)


Come mi accade sempre più spesso ultimamente, ho voluto far lavorare la macchina del pane, ma non me la sono sentita di lasciarla abbandonata senza un monitoraggio, perché non sapevo come si sarebbe comportato un impasto con una quantità così massiccia di farina di ceci che, come si sa, è completamente senza glutine. E bene ho fatto a non allontanarmi! In effetti, l'impasto non ne voleva sapere di prendere corda, e da qui la necessità di aggiungere, gradualmente, altri tre cucchiai di farina di forza. In questo modo, finalmente sono riuscita ad ottenere una massa ben incordata che si staccava dalle pareti del cestello.


Tuttavia, sia chiaro che l'impasto ottenuto non sarà mai elastico, cioè non farà mai il velo. Almeno, non in combinazione con una farina W350 come quella che ho usato io.
  • 350 g di acqua
  • 9 cucchiai di olio evo
  • 6 g di miele
  • 15 g di sale fino
  • 300 g (+ 3 cucchiai) di farina di forza W350
  • 200 g di farina di ceci
  • 80 g di LNL
  • 1 mazzetto di erba cipollina sminuzzata al coltello
  • olio evo e sale grosso per finire

Introdurre gli ingredienti nella MdP nell'ordine in cui sono elencati, tranne l'erba cipollina che andrà aggiunta al segnale acustico. Per il LNL, creare una cavità nella farina e versarcelo dentro. Chi preferisse usare l'impastatrice, può introdurre gli ingredienti nel modo in cui è solito fare.
Impastare fino a incordatura e lasciar lievitare. A me, in una decina di ore l'impasto era arrivato al bordo del cestello.
Scaravoltare l'impasto sulla spianatoia infarinata e dare qualche piega, quindi rimettere nuovamente a lievitare in un recipiente leggermente spennellato di olio evo e chiuso con un coperchio. Lasciare che raddoppi, ci vorranno all'incirca altre 7 ore.
Scaravoltare di nuovo sul piano infarinato e dare ancora qualche altra piega, quindi coprire a campana e lasciar riposare per 10-15 minuti.
Stendere sulla leccarda ben unta e mettere nuovamente a lievitare nel forno spento per un'altra oretta, quindi accendere il forno a 200°-210° statico.
Nel frattempo, con le nocche fare dei buchi sulla focaccia, ungere ancora con generosità e cospargere con un po' di sale grosso.
Far cuocere per circa 25 minuti, o comunque finché la superficie non appaia bella dorata.


L'esperienza gustativa è quella di una focaccia croccantina esternamente, e con un interno talmente morbido da essere quasi scioglievole. Il sapore richiama molto quello della cecina. Si accosta perfettamente a formaggi e salumi. Una bella esperienza, insomma! ;-)

MicioAlex, esattamente come l'ho trovato una sera tornando a casa dal lavoro, l'espressione da "ma ti pare questa l'ora di tornare???"

 

    6 commenti:

    1. Buon giorno Minnie :))))))))))))))))))))))

      Vero che bisogna perderla l'abitudine di girovagare per foodblog????????? :DDDDDDD
      Anche io ho mille cose che vorrei provare ma... il tempo di questo periodo è davvero tiranno!! Sobh! :(

      Un mozzicotto a questa focaccia ceciosa glielo darei, sai??
      Anche se, pur amando in modo ossessivo le spezie, l'erba cipollina ancora non è riuscita a conquistarmi...; che sia la volta buona??????

      Mentre vedo (e stavolta l'ho vista) che la prossima ricettuzza già mi ha conquistata...: caffè e cardamomo!!! Due grandi passioni per me...

      Attendo e..., nel frattempo ti abbraccio forte fortissimo per augurarti un we bello bellissimo!!!!!! :************************

      RispondiElimina
      Risposte
      1. E' una brutta, bruttissima abitudine, molto pericolosa... tipo: non faccio che pensare alla pizza di riso che ha postato la tua socia stamattina! Quella mi sa che non farò passare molto tempo per provarla ;-)
        L'erba cipollina: devo dire che, in questa focaccia, si sente veramente poco, giusto un sentore, perché il sapore più prepotente della farina di ceci tende a sopraffarla. Se la rifarò questa focaccia, voglio provare a metterci il rosmarino, come quando faccio la cecina. Secondo me sarà anche più buona ;-)
        Ricambio l'abbraccio fortissimo e l'augurio di uno stupendo weekend lungo (che qui sarà di cattivo tempo, ha già iniziato a tuonare :-( )
        :-*****

        Elimina
    2. Allora parto avvantaggiata! Provo direttamente con il rosmarino;))
      Invece io con le spezie devo ancora prendere confidenza. :D
      Ľespressione di Alex è proprio di rimprovero!

      Ciao Minnie! :*

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Sì brava, secondo me il rosmarino ci si sposa meglio.
        Alex era veramente scocciato... di cosa poi? sono rientrata sempre alla solita ora. Mah, i gatti! alle volte son peggio dei mariti!!! :-D
        Ciao ciao!

        Elimina
      2. I mariti? Sono peggio in tutto. :D:D
        Ciao Minnie ;)

        Elimina
      3. Ahahahah! Vero, peggio di una piaga biblica!!! ;-)

        Elimina

    LinkWithin

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...