sabato 8 marzo 2014

Sangria

Quando si fa la paella, c'è una sola cosa con cui poterla accompagnare per mandarla giù: la sangria.
La sangria è una delle cose più "interpretate" del mondo della cucina, a cominciare dalla scelta del vino, che comunque dev'essere un rosso bello corposo (ammenoché non si scelga di fare la sangria bianca, che personalmente non ho fatto mai, ma so che esiste), alla selezione della frutta e delle spezie.


Io ho, ovviamente, prediletto la frutta di stagione. Ecco la mia sangria:
  • 1,5 litri di vino rosso (io Montepulciano d'Abruzzo)
  • 75 cl di gassosa
  • 5 cl di brandy o cognac
  • 2 mele
  • 1 pera
  • 1 banana
  • 2 arance
  • 1 limone (succo)
  • 50 g di zucchero
  • 1 bacca di vaniglia
  • 6 chiodi di garofano
  • 1 stecca di cannella
Sbucciare e tagliare a pezzettini le mele, la pera e la banana. Metterle nel recipiente in cui si farà riposare la sangria. Coprirle con lo zucchero e il succo di limone e dare una mescolatina.


Sbucciare le arance, avendo cura di togliere bene tutto il bianco della buccia che rimanesse attaccata alla polpa, e tagliarle a fettine. C'è chi la buccia preferisce lasciarcela, direi che sia una questione di gusti personali. Io, pur usando arance biologiche, ho preferito toglierla.
Mettere le fettine di arancia insieme all'altra frutta.
In un altro contenitore bello capiente, mescolare insieme il vino con la gassosa e il brandy, quindi versare sulla frutta e aggiungere le spezie. La bacca di vaniglia dev'essere incisa in tutta la sua lunghezza.
Mescolare bene il tutto e porre il contenitore in frigorifero. Lasciar riposare per almeno due ora prima di servirla.


Fatto ciò, cambiare la biancheria ai letti e gli asciugamani nei bagni, perché quasi sicuramente i vostri ospiti ne berranno talmente tanta, da non avere più la forza di andarsene camminando sulle proprie gambe... oltre alla cena, vi toccherà un estemporaneo servizio di B&B.
Io vi ho avvisato, non fate che mi cascate dalla nuvole, OK???


2 commenti:

  1. eccerto! la sangria!!!!! me la sono riletta 3 volte... non c'è il cioccolato vero?? no, perché sennò cambia lenzuola e asciugamani che vengo a ricoverarmi a casa tua!!
    notte beddha!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah!!! no no, tranquilla... nella sangria c'è un sacco di roba, ma non il cioccolato ;-)
      Comunque, quando ti vuoi ricoverare, qui il posto c'è, e anche 3 infermieri pelosi, impazienti di offrirti le loro cure fusose ;-)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...