mercoledì 18 dicembre 2013

Torta salata al radicchio, con pasta al vino

Nell'ultima Raggiobox che mi hanno consegnato, ho trovato tanto di quel radicchio che mi sono messa le mani nei capelli. C'era sia il cespo lungo, ed era gigantesco, sia quello tondo, che praticamente non aveva scarto... bisognava trovare il modo di usarlo tutto, altrimenti si sarebbe ammosciato nel frigo e non mi sarebbe rimasto altro da fare che buttarlo :-(
Mi sono ricordata che in freezer, avevo ancora una dose di pasta al vino dell'ultima produzione fatta, e ho pensato che una torta salata non sarebbe stata un'idea malvagia.


Perciò mi sono procurata gli ingredienti che mancavano, ho tirato la pasta al vino fuori dal freezer e in un battito di ciglia, ho preparato questa torta gustosissima, ottima soluzione per un buffet, un aperitivo o da servire con altri antipastini.
  • mezza dose di pasta al vino (vedere qui le dosi e il procedimento per farla)
  • 500 g di radicchio, peso al netto dello scarto
  • 1 bella cipolla
  • 1/2 cucchiaino di insaporitore vegetale (in mancanza, sale, pepe, timo e salvia)
  • 100 g di pancetta affumicata a dadini
  • 350 g di ricotta di pecora
  • 2 uova
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • 180 g di edam a fettine sottili
  • uno spruzzo di vino rosso, sale e pepe nero al mulinello
Tagliare il radicchio a listarelle, dopo averlo selezionato e lavato, e far scolare bene tutta l'acqua.
In un'ampia padella antiaderente, porre a rosolare la cipolla affettata sottilmente con i dadini di pancetta e l'insaporitore (se si è sprovvisti di insaporitore, salare, pepare e profumare dopo aver aggiunto il radicchio). Sfumare col vino e far evaporare.


Aggiungere il radicchio, incoperchiare e far stufare finché la verdura non sia completamente appassita. Lasciare ancora un po' sul fuoco, senza coperchio, se ci fosse ancora del liquido da far evaporare. Far raffreddare.
Stendere una metà della pasta al vino su un foglio di cartaforno e foderarci uno stampo da crostata, diametro 21 cm circa, e coprire il fondo con una parte delle fettine di edam.
In una ciotola, mescolare bene la ricotta con il radicchio, il parmigiano, le uova, sale e pepe. Versare il composto nel guscio di pasta al vino, quindi adagiare sopra il resto delle fettine di edam, stendere l'altro disco di pasta e incoperchiare, sigillando bene i bordi (che tanto, in cottura, si solleveranno lo stesso :-D ) coi rebbi di una forchetta.


Ungere bene con una spennellatina di olio evo e praticare dei fori per la fuoriuscita del vapore.
Infornare nel forno preriscaldato a 180° ventilato per circa 45 minuti, e comunque fino a doratura della superficie.
Far intiepidire, togliere dallo stampo e far finire di raffreddare su una griglia.

PS: non crediate che ho finito tutto il radicchio con questa torta... ce n'è avanzato ancora taaaaanto!!! :-)

4 commenti:

  1. Wow, che bella torta salata!Mi incuriosisce molto la pasta al vino ... grazie per avermela ricordata :D Ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Meggy! Se hai voglia di provarla, scoprirai un impasto dalle mille risorse: è buona, facile e veloce da preparare, si conserva in frigo per diversi giorni (altrimenti si può congelare), è leggera e si presta a fare molteplici cose, anche dolci se ci metti un cucchiaio di zucchero ;-)
      Ciao!

      Elimina
  2. Con il radicchio io faccio spesso: riso basmati zucca, radicchio e shoyu, e insalata di finocchi, radicchio mela verde emmental e noci. dovrebbero esserci le ricette su CIS. altrimenti radicchio, finocchio, arancia e olive nere! Benedetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Benedetta, terrò a mente per il futuro. Di solito non ho problemi a trovare dei modi per impiegare il radicchio, ma quella volta nella box ce n'era veramente una quantità enorme, per fortuna tutta smaltita in maniera soddisfacente ;-)
      Ciao!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...