giovedì 14 novembre 2013

Muffin al lime e semi di papavero

Ho tenuto un lime in frigo per due mesi. Due mesi. Càspita, un'eternità! Spesso i limoni, che generalmente compro da agricoltura biologica, non arrivano a due settimane. Il lime non credo di sicuro che fosse da agricoltura biologica, ed era certamente d'importazione. Alle volte, per realizzare determinate ricette, bisogna scendere a patti coi propri principi, e chiudere un occhio. Però, resta il fatto: ma che diamine gli avranno iniettato a quel lime, per farlo campare DUE MESI??? Mah, alle volte è meglio non farsi troppe domande ;-)


Comunque, avevo questo lime, che prima o poi una traccia di muffetta avrebbe finito per metterla (si spera!), e dato che non ero in vena di metterlo alla prova per vedere quanto tempo ancora avrebbe resistito, mi sono messa alla ricerca di qualcosa di fattibile con un solo lime.
Ho trovato questa ricetta, ed ho pensato "opperbacco! ma da quanto non faccio dei muffin???"
Preso! muffin al lime in versione glutinizzata, quando si parla dei proverbiali due piccioni con una fava, anzi... con un lime! :-)



Dosi per 13 muffin:
  • 225 g di farina tipo 0
  • 180 g di zucchero
  • 7 g di lievito in polvere per dolci
  • 3,5 cucchiaini di semi di papavero (ho abbondato un po' rispetto alla ricetta di Olga)
  • 175 ml di olio di semi (io ho usato quello di arachidi)
  • 1 uovo
  • 1 albume
  • 150 ml di latte (io ho usato quello evaporato)
  • 1 lime, succo e scorza
Grattugiare la scorza del lime e spremerne il succo. 


Il procedimento è sempre quello: miscelare gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito, semi di papavero) in una ciotola e quelli liquidi (olio, uovo, albume, latte, succo) in un'altra. Anche la scorza l'ho messa con gli ingredienti liquidi. Inoltre, il latte evaporato l'ho usato solo perché avevo ancora questo barattolino da far fuori. Il latte vaccino normale va benissimo.


Quindi mescolare gli ingredienti liquidi con quelli solidi e distribuire nei pirottini. Devo dire che stavolta l'impasto mi è venuto insolitamente meno denso di come avrebbe dovuto essere. Comunque non ha influito in alcun modo sul risultato finale, dato che i muffin sono venuti belli gonfi e soffici.
Cuocere nel forno preriscaldato a 170° ventilato per 25 minuti, comunque fare sempre la prova stecchino.


Appena tiepidi, tirarli fuori dagli stampi e farli finire di raffreddare su una gratella.
Soffici e profumati, e deliziosi con quei semini che scricchiolano discretamente sotto i denti.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...