giovedì 5 settembre 2013

Quiche al tonno

Questa quiche in genere riscuote sempre un discreto successo, vuoi perché il tonno solitamente piace (non a tutti, c'è anche chi non lo gradisce... ogni regola ha la sua eccezione!), vuoi perché il fatto d'averlo italianizzato, usando la ricotta al posto della panna, fa sì che risulti più leggera, senz'altro meno grassa. Il profumo delle erbe provenzali poi la rende ancora più mediterranea, quindi molto più vicina al nostro palato.


Un'idea facile, veloce e sfiziosa per un aperitivo o un buffet.
  • 1 disco (o rettangolo) di pasta sfoglia (o brisée)
  • 250 g di tonno sgocciolato
  • 250 g di ricotta molto morbida
  • 3 uova
  • 3-4 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 bella cipolla
  • sale, pepe nero al mulinello, erbe provenzali al mulinello, olio evo (o un tuorlo d'uovo) per spennellare
Tritare la cipolla sottilmente e farla appassire in un padellino con un cucchiaio d'olio evo.
In una terrina sbriciolare grossolanamente il tonno, aggiungere la cipolla e mescolare. In un altro recipiente sbattere le uova con la ricotta e il parmigiano. Unire al composto di tonno e cipolla e insaporire col sale, il pepe e le erbe provenzali, mescolando fino a formare un composto cremoso, ma facendo in modo di non sminuzzare eccessivamente il tonno.


Foderare uno stampo da crostata con un foglio di cartaforno e distendervi la pasta sfoglia (o brisée). Nel caso in cui si usi una pasta comprata già pronta, si può usare lo stesso foglio in cui è avvolta. Riempire col composto di tonno e ricotta, livellare e rimboccare i bordi tutt'intorno.


Spennellare i bordi con l'olio evo (o, se si preferisce, col tuorlo sbattuto) e mettere a cuocere in forno caldo a 180° per circa 50-60 minuti, abbassando la temperatura a 160° se si nota che i bordi si coloriscono troppo in fretta.
Quando tiepida, estrarre dallo stampo e far finire di raffreddare su una gratella.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...