lunedì 15 luglio 2013

Tonnetto alletterato in salsa leggera di pomodoro

    Il tonnetto alletterato ha un gusto molto deciso e decisamente saporito, ma presenta lo stesso inconveniente di qualsiasi altro tipo di tonno: se non si cucina nel modo giusto, la sua carne risulta stoppacciosa.
    Per questo, uno dei modi più gettonati di prepararlo è scottato sulla piastra rovente, cotto esternamente e più o meno crudo, secondo i gusti, all'interno, proprio come si cuocerebbe una bella fiorentina.


    Però anche una cottura in umido si presta molto bene, perché oltre ad ammorbidire la carne e attenuare la sua stoppacciosità, va incontro all'esigenza dei palati che non gradiscono particolarmente il pesce poco cotto che, oltretutto, richiederebbe un abbattimento, o almeno 48 ore di congelamento, per eliminare i possibili rischi dati dalla carica batterica.
    Questa cottura in salsa di pomodoro, profumata con origano fresco, io l'ho trovata particolarmente gustosa, e volendo, la salsa si presta ottimamente anche per condire la pasta... provatela!


    Per 3 porzioni:
    • 500-600 g di tonnetto alletterato in tranci
    • 1 bicchiere di passata di pomodoro bio
    • 2 spicchi d'aglio
    • 1-2 peperoncini piri piri (o altro peperoncino piccante, facoltativo)
    • farina
    • vino bianco
    • una generosa manciata di foglie di origano fresco
    • olio evo, sale, pepe nero al mulinello
    Prima di tutto, dietro suggerimento del pescatore del GAS da cui ho acquistato il tonnetto, ho preparato una marinata di acqua, aceto (o limone, se si preferisce) e poco sale grosso, dove ho fatto riposare per una mezz'oretta i tranci, soprattutto per attenuarne il gusto un po' "sanguinolento" tipico di questo tonnetto dalle carni molto rosse.


    Quindi si tolgono i tranci dalla marinata, si tamponano con lo scottex per asciugarli e si passano leggermente nella farina.
    Nel frattempo, si fa scaldare l'olio e vi si adagiano i tranci a rosolare. Una volta dorati su entrambi i lati, si tolgono e si fa imbiondire l'aglio col peperoncino, se si è scelto di mettercelo.
    Quindi rimettere i tranci di tonnetto e sfumare col vino bianco.
    Versare il pomodoro, poca acqua per diluire se troppo denso, sale, pepe, incoperchiare a far cuocere fino a quando la salsa non sia ristretta. In ogni caso, la cottura non dev'essere troppo lunga o il tonnetto si secca lo stesso, nonostante sia fatta in umido.


    Un attimo prima di spegnere la fiamma, distribuire le foglioline di origano e lasciare incoperchiato, a fiamma spenta, fino al momento di portare in tavola.
    Vi avviso: il puccino è ottimo e chiama molto pane! ;-)

    Nessun commento:

    Posta un commento

    LinkWithin

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...