lunedì 8 aprile 2013

Pollo thai con green curry paste

Questa è una ricetta da chef. Nel senso che mi è stato proprio dato da uno chef. Questo chef. Prima me l'ha preparato e fatto assaggiare, e poi, siccome m'era piaciuto, e tanto pure, mi ha passato la ricetta.
Lui la ricetta l'ha avuta a sua volta da una sua ex-ragazza, chef tailandese... eehhh questi chef! son come i marinai: lasciano un cuore infranto in ogni porto!!!
Comunque il pollo preparato così è davvero buono. Forse un tantino piccante... piccante piccante... piccante da morire! ma se il piccante piace, non vedo dove sta il problema! ;-)


Un problema, invece, potrebbe essere procurarsi il green curry paste: se si vive in una città ben fornita di negozi etnici, soprattutto estremo oriente, si dovrebbe trovare facilmente. Altrimenti si può acquistare online su questo sito.
Un'altra cosa impossibile da trovare sono le foglie di lime. Con un po' di fortuna si possono comprare sullo stesso sito di prima, altrimenti si possono usare foglie di limone, come ho fatto io.
Dosi per 4 persone:
  • 1 kg di pollo (4 pezzi, nel mio caso 2 cosce + 2 sovracosce) meglio se da allevamento biologico
  • 1 lattina di latte di cocco da cucina (che è diverso da quello per pasticceria!)
  • 3 cucchiai di green curry paste
  • 33 cl di birra
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 3 foglie di lime (o limone)
  • 1 melanzana lunga
  • 2 patate medie (aggiunta mia)
  • 1 cucchiaio di olio evo

Privare la melanzana del picciòlo, lavarla e tagliarla a tocchetti. Fare lo stesso anche con le patate dopo averle sbucciate.
In una casseruola scaldare un terzo del latte di cocco con le foglie di lime strappate a mano e sciogliervi il green curry paste.
In un wok (io ho usato una pentola di terracotta perché il mio wok non è molto serio, ma può andar bene anche un saltapasta) scaldare il cucchiaio d'olio e farvi rosolare i pezzi di pollo. Quando saranno belli dorati, aggiungere la birra e aspettare che prenda l'ebollizione, quindi aggiungere anche il mix latte di cocco-green curry paste-foglie di lime, il resto del latte di cocco e lo zucchero.
Far riprendere l'ebollizione, quindi aggiungere anche la dadolata di melanzana e patate. Di nuovo, quando inizia a bollire, abbassare la fiamma e lasciar cuocere col coperchio leggermente sollevato per un'oretta circa, e comunque finché pollo e verdure non saranno teneri e cotti.


Servire accompagnato con riso basmati, cotto rigorosamente per assorbimento di tutto il liquido (1 parte di riso e 2 parti di acqua).
Occhio che il green curry paste è veramente piccante, ma al di là della più alta soglia del dolore. Se non si amano i cibi piccanti, questa pietanza non è affatto indicata.

2 commenti:

  1. Ma lo sai che mi stuzzica assai assai, sarà che amo il pollo, sarà che amo il piccante, ma mi piace assai :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' buono Iris, anche se per il grado di piccante (è MOLTO piccante) eviterei di mangiarlo col caldo.
      Raccomando l'uso del pollo ruspante, di quelli bio allevati all'aperto con la carne bella soda, perché con la cottura abbastanza lunga, un pollo normale si spappolerebbe tutto, BLET! ;-)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...