lunedì 18 febbraio 2013

Chocolate fudge

Metti che avevi preso il latte condensato per eseguire la camy cream.
Metti che pensavi di doverne fare di più, invece alla fine ti avanzano più di 200 g di latte condensato.
Metti che non sai cosa farci perché è un ingrediente di cui hai fatto uso una sola volta prima di allora.
Metti allora che cominci a guardarti in giro e a chiedere in che modo potresti impiegarlo.
E infine, metti che un'amica ti dice "il fudge! col latte condensato facci il fudge!!!"
Ecco, a quel punto ti si insinua un tarlo nel cervello. Non riesci a pensare ad altro... fudge... fudge... fudge... fudge...


Se poi aggiungi che proprio questo Natale appena passato ti hanno regalato questo libro di pasticceria americana (come se non bastassero i due della Hummingbird Bakery che già avevo) dove, ovviamente, c'è una ricetta per fare l'original chocolate fudge USA style, che fai? Non ti resta che una sola opzione: fare il chocolate fudge!!!


Rispetto alla ricetta che c'è sul libro, io ho usato mezza dose, perciò trascrivo le quantità usate da me:
  • 50 g di noci pecan (io ho usato le nostre noci di Sorrento)
  • 100 g di cioccolato al latte
  • 150 g di cioccolato fondente al 70% di cacao
  • 200 g di latte condensato (a me ne era un po' di più, diciamo 230-240 g, e l'ho usato tutto)
  • 7,5 g di burro (che poi, se sono 8 o 9 non è la fine del mondo!)
  • 1 pizzico di sale
Innanzitutto preparare lo stampo, suggerisco di usarne uno da plumcake che misuri 20x8,5, oppure uno quadrato 10x10 con bordo 5 (io ho usato uno stampo 23x16 e mi è uscito un po' troppo basso), meglio se di silicone, altrimenti foderarlo con la carta d'alluminio e imburrarlo generosamente.


Tostare le noci nel forno preriscaldato a 180° per 10-12 minuti, quindi privarle delle pellicine che più facilmente si staccano e mescolarle (le noci, non le pellicine! :-D ) subito alla dose di burro prevista e il pizzico di sale.
Spezzettare i due tipi di cioccolato e metterli in un contenitore con il latte condensato, e quindi scaldare il tutto a bagnomaria o al microonde finché il cioccolato non sia completamente sciolto e il tutto non assuma un aspetto cremoso e vellutato.


Incorporarvi le noci tostate al burro e mescolare accuratamente per farle disperdere bene.
Versare nello stampo, livellare, far raffreddare e quindi passare in frigo per almeno 2 ore.
Sformare, se necessario togliere la carta d'alluminio, e tagliare a quadrotti.
A chi potrebbe obiettare che il chocolate fudge ha tutta l'apparenza di un normale blocco di cioccolato al latte con dentro le noci, vorrei dire che la differenza la si nota all'assaggio: sarà merito del latte condensato, ma il fudge è molto più "pastoso" del cioccolato al latte. Insomma, va gustato.
Però occhio: mi avevano avvisato che il chocolate fudge crea dipendenza.
E' vero.

4 commenti:

  1. Mia cara Lisbeth, io ti adoro!! letto, riletto e straletto la trilogia...non mi perdo nessuna replica dei film e remake e adesso non mi perdo le invitanti ricette del tuo alter ego...ahahahah!! Capovolto tutto!!
    Bacio
    ( ps: pure io non invecchio....sono già vintage )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah! Ciao cara Stellamaris!!! ;-)

      Elimina
  2. aahahahhahhhh...mi hai fatto molto ridere!!
    ammetti che anch'io ne abbia ancora un barattolo chiuso...nn ascolterei quella cattivona della tua amica ;-) nn voglio cadere in questa dipendenza...no no !!!ahahahahahah
    Baci
    Nebsimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diavola tentatrice!!! :-P
      Sai che voglio provare anche il vanilla fudge? E' più macchinoso da preparare, ma ne ho trovato una versione che forse non sarà la più ortodossa, ma si fa velocemente e dev'essere squisiterrima... appena lo provo poi ti tento io, e mi vendico, ahahahahahah!!! :-P
      Baci pure a te!

      PS: ma lo sai che Papi aveva trovato in rete anche un red velvet fudge??? o_O e che, ci fa schifo provare anche quello?!?!? ;-PPP

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...