martedì 4 dicembre 2012

Spezzatino ai due cavoli e curcuma

Ricetta nata per caso, partendo come sempre dall'intenzione di fare, o per meglio dire, ri-fare una cosa, e poi modificata strada facendo.
L'idea di modificarla è nata perché innanzitutto, il cavolfiore non era molto grande e purtroppo ho dovuto buttarne via una buona parte che era stata "colonizzata" da ospiti indesiderati (sono i rischi che si corrono con gli ortaggi biologici), e quindi ho integrato in parte con del cavolo cappuccio viola, sempre bio, ovviamente.


Poi mi è venuta questa voglia di usare la curcuma al posto del curry, perché ultimamente ho letto che la curcuma ha tantissime proprietà benefiche, per cui pensavo di cercare di aumentarne l'uso nelle pietanze che cucino, ovviamente lì dove giova al gusto.
E poi tutta un'altra serie di piccoli cambiamenti, come l'uso della carota nel soffritto, i bocconcini di carne passati nella farina insaporita col misto spezie Cajun... piccole cose che nell'altra ricetta non c'erano e che hanno dato luogo ad uno spezzatino dal gusto sostanzialmente diverso.
La carne è spezzatino di vitellone biologico, che avevo preso al GAS-carne e che giaceva da un po' in congelatore. Inutile dire che era una carne squisita, tenerissima e saporita, per niente stoppacciosa... a pensarci bene, questo piatto è quasi interamente realizzato con prodotti bio: carne, carote, cipolla, aglio, cavolfiore, cavolo cappuccio... tutto da allevamenti/agricoltura biologica. Adesso ho capito perché è venuto così buono!!! :-D


  • 500 g di bocconcini di vitellone o manzo
  • 1 piccolo cavolfiore
  • 1/4 di cavolo cappuccio (il mio era piccolino)
  • 1 carota, 1 cipolla, 1 spicchio d'aglio tritati insieme
  • 1 bicchiere di vino rosso corposo (io ho usato Montepulciano d'Abruzzo)
  • farina
  • misto spezie Cajun
  • curcuma
  • olio evo, sale, acqua calda, brodo vegetale granulare
Scaldare dell'olio evo in una pentola, preferibilmente di terracotta, e mettervi ad appassire il trito di carota, cipolla e aglio.
Lavare e tagliare a listarelle sottili il quarto di cavolo cappuccio e tagliare le cimette del cavolfiore.


Tamponare i bocconcini di carne con dello scottex, per togliere l'eccesso di sangue, e passarli in una miscela di farina e misto spezie Cajun. Non buttare via la farina speziata che dovesse eventualmente avanzare.
Aggiungere i bocconcini di carne e il cavolo cappuccio al soffritto e farli rosolare, e quando i pezzi di carne saranno colorati su tutti i lati, aggiungere il vino rosso e far evaporare.
Versare l'acqua, abbastanza da sopravanzare la carne di circa 3 dita, il brodo granulare (inutile dire che, se si ha del brodo vegetale "vero" sarà sicuramente meglio), abbondante curcuma in polvere e un paio di cucchiaini di farina mista alle spezie Cajun. Incoperchiare e portare ad ebollizione, quindi abbassare la fiamma e portare a cottura col coperchio leggermente sollevato, diciamo per circa un'ora, e comunque finché la forchetta non infilzerà con facilità un tocchetto di carne. Verso metà cottura, aggiungere le cimette di cavolfiore, assaggiare e aggiustare di sale.


Un buon comfort food, caldo e aromatico, da accompagnare con pane da pucciare nel sughetto, o anche, perché no? una bella polenta! ;-)

7 commenti:

  1. Una bella ricetta di stagione!

    RispondiElimina
  2. Interessante l'abbinamento delle spezie..ci devo provare pure io.
    Con questo freddo un piatto così sa proprio di casa e di buon calduccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Iris, siccome non posso esagerare col pane (tu lo sai che devo stare attenta), mi era avanzato del puccino che ho usato per condire il riso, basmati oppure thai oppure long & wild... molto buono sul serio!
      Ma hai visto la ricetta che c'era prima di questa? il gratin di scialatielli alla zucca??? mamma che buoni che erano!!! ;-)

      Elimina
  3. bellissimo questo spezzatino, ci sono tutti gli ingredienti che mi piacciono; prenderò anche il tuo cinsiglio che hai dato nei commenti di usare il sughetto per un risottino perchè anche io come te non posso usare molto pane. un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania! Spero che ti piaccia... grazie per la visita :-)

      Elimina
  4. Dici che posso usare la verza invece del cavolo cappuccio?

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...