domenica 30 dicembre 2012

Cioccotorta con camy cream al caffé

Come avevo anticipato nel post precedente, il giorno di Natale sono stata ospite a pranzo. Ho portato il dolce, una torta avente come base la torta al cioccolato senza uova e senza burro, con una farcitura/copertura di camy cream al caffé. Una torta che, se uno le volesse trovare un nome, potrebbe essere Torta Yin Yang, e non tanto per il contrasto chiaro della crema/scuro della base, ma perché tutto il grasso/colesterolo che viene a mancare nella morigerata base al cioccolato, lo si ritrova in maniera amplificata nella crema di farcitura/copertura.
Però era tanto buooooonaaaaaaaaaa...


Per la ricetta della torta al cioccolato, dato che ne avevo già parlato, vi rimando qui.
La crema, invece, è la camy cream al caffé. Per le dosi e il procedimento ho seguito le indicazioni di Papi di Cucina in Simpatia.


Per una torta di 22 cm di diametro:
  • 500 g di mascarpone
  • 150 g di latte condensato
  • 250 g di panna da montare
  • 2,5 cucchiai belli colmi di caffé solubile
  • latte q.b.
Innanzitutto, montare la panna, che sia ben ferma, e tenerla da parte.
Sciogliere il caffé solubile in un goccio di latte nella ciotola dove si andranno a mescolare il mascarpone e il latte condensato. Quindi col frullino cominciare piano piano a montare il mascarpone e ad aggiungere il latte condensato a filo. Io quest'operazione l'ho compiuta col Ken e la frusta a filo. Far amalgamare bene, quindi togliere la ciotola dalla base dell'impastatrice e aggiungere la panna montata, un po' alla volta, mescolando dal basso verso l'alto per non far smontare.


Lasciare la crema qualche ora in frigo a rassodare un po'.
Prendere la torta e dividerla in due dischi. Mettere il disco che farà da base all'interno di un anello regolabile per torte e versarvi sopra un generoso strato di camy cream al caffé, livellando bene. Porre in frigo e lasciar compattare un po', quindi riprendere e adagiarvi sopra, con delicatezza, il secondo disco di torta. Versare sopra ancora altra crema e livellare bene. Porre in frigo per tutta la notte e anche di più.


Il giorno dopo, togliere l'anello e spalmare la crema tutto intorno. Porre di nuovo in frigo e lasciar compattare per un'altra notte. Quindi riprendere di nuovo il giorno dopo e rifinire con una spatola.


Guarnire tutt'intorno con le lingue di gatto, o altri biscottini a piacere.
Tenere in frigo fino al momento di servire.

13 commenti:

  1. torta bellissima, gatto splendido...un salutone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tamara, grazie! Io ne ho tre di gatti, tu quale hai visto? o meglio, "dove" l'hai visto?

      Elimina
  2. Risposte
    1. Ecco brava, hai detto bene... mamma mia...
      Se poi ti avanza della camy cream, e "per caso" hai dei biscotti allo zenzero, sai quelli dell'Ikea? ecco, cominci ad intingere e ad intingere, e non finisci finché non l'hai finito... thud!

      :-D

      Elimina
  3. Tantissimi auguri di buon anno nuovo
    Speriamo che ci riservi tante belle sorprese
    Baciotti

    RispondiElimina
  4. un'infinita golosità...buon Anno, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  5. Ciao,

    Vogliamo presentarti il sito Ricercadiricette.it, dove gli utenti possono cercare tra oltre 100000 ricette che appartengono a siti web e blog in italiano specializzati in ricette di cucina. Inoltre abbiamo creato il Top blogs di ricette, dove puoi trovare tutti i blog che ci sono già aggiunti, e dove puoi anche aggiungere il tuo. Noi indicizziamo le tue ricette e gli utenti le potranno trovare usando il nostro motore di ricerca. E non devi preoccuparti di nient’altro poiché tutto in Ricercadiricette.it è gratuito!

    Ricercadiricette.it ha diversi siti fratelli in Svezia, Spagna, Francia, Germania, Stati Uniti e in tanti altri paesi. Vuoi diventare un membro di questa grande famiglia?

    Restiamo a tua disposizione!
    Andreu
    Ricercadiricette.it

    RispondiElimina
  6. Altolà! "generoso strato di camy cream"? Mi sa che tu ed io abbiamo un concetto diverso di "generosità"! >:D
    (Anche se come al solito, braccini corti, mi ritrovo sempre con meno crema del dovuto; in realtà lo faccio per evitarmi di ritrovarmi con resti da finire... al cucchiaio!).

    Certo quella torta devo provarla (magari la prossima volta raglia in tre dischi, guardallà che monte everest!), anche solo per sentirmi meno in colpa a mangiarla farcita di camycream!

    Bene, son contenta che finalmente tu abbia provato e testato con riscontro positivo!
    Ps. Ti devo raccontare come ho finito il tubone di latte condensato o lo immagini da te?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti avrebbe potuto essere anche più generoso, visto che di crema ne è avanzata, e più che tagliare in 3 dischi avrei potuto togliere giusto la cupola, ma non sono avvezza a fare torte farcite e ricoperte di crema, ne avrò fatte 4-5 in tutta la mia vita. Mi mancano mano, occhio e esperienza... E TU NON SEI PER NIENTE INCORAGGIANTE!!! Spero che l'avanzo del tubone ti si vada a depositare tutto su cosce e fianchi, gnégnégné!!! :-P

      Elimina
  7. Prrrrrrr, e dove credi che sia andato infatti? Anzi, hai dimenticato la pancia.
    Perché non sono incoraggiante? :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché mi sgridi! :-( ... e lo strato di crema non è generoso... e il monte everest... sei peggio di Gordon Ramsey!!! :-P

      Elimina
  8. una cosa peggiore di questa non potevi dirmela... mi ritengo offfffesssssssissssssima! :P
    ma non ti sgrido, ti educo! :DD

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...