sabato 22 settembre 2012

Piggies in the blanket

Un'idea davvero simpatica di Nigella Lawson per uno stuzzichino da aperitivo molto... come dire? GNAM GNAM! :-D


Una ricetta che tenevo nella lista to do da parecchio tempo, cioè da quando la vidi sul blog Penna & Forchetta, e che finalmente mi sono decisa a provare. E' di facile e rapida esecuzione e i piggies sono molto apprezzati, sia per come si presentano che per il loro gusto... ve li consiglio!

  • 200 g di farina tipo 0
  • 25-30 g di parmigiano grattugiato
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/2 bustina di lievito istantaneo (io ho usato quello per torte salate)
  • 125 ml di latte
  • 1/2 uovo (l'altra metà tenerla da parte per lucidare)
  • 1 cucchiaio e 1/2 di olio evo
  • 30 wurstel da cocktail (2 vaschette, di quelle che si vendono in coppia)
In una ciotola mescolare farina, parmigiano, sale e lievito, in un'altra il latte col mezzo uovo e l'olio. Unire gli ingredienti liquidi a quelli solidi e mescolare fino a formare un impasto morbido che andrà scaravoltato sul piano da lavoro leggermente infarinato e steso col mattarello in una forma rettangolare di non più di mezzo centimetro di spessore.


Ritagliare quindi dei nastrini di circa 2cm di larghezza e avvolgere ognuno intorno ad un wurstel. Disporre i piggies così formati sulla leccarda del forno ricoperta con la cartaforno e lucidarli col mezzo uovo rimasto, eventualmente allungato con un cucchiaio di latte.
Infornare nel forno già pre-riscaldato a 220° statico e far cuocere da 15 a 20 minuti, e comunque fino a doratura.


Da gustare tiepidi, ma anche freddi.
Ah, dimenticavo! Piggies in the blanket significa porcellini nella copertina ;-)

6 commenti:

  1. Hai ragione sono proprio gnam gnam1!
    Buon sabato!
    Elisa

    RispondiElimina
  2. mih...ora non me li levo più dalla testa! s'hanno da fà! ti son venuti perfetti, bravisisma :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essì, quel che è successo a me: ho continuato a pensarci finché non li ho fatti! ;-)
      Ciao Sonia!

      Elimina
  3. Mentre aspetto la lievitazione dell'impasto delle brioche a biga riconvertito gluten free, sto dando un'occhiata e... miiiiiiii quante ricette bellissime che mi son persa! E questa è una: riconverto, riconverto...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Olga, pericolosissimi sono questi! Io li ho dovuti congelare in fretta perché stavo veramente facendo uno-tira-l'altro... ancora tiepidini sono da urlo!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...