venerdì 6 luglio 2012

Tortino di alici al pomodoro

Ho un debole per il pesce azzurro. Il pesce mi piace (quasi) tutto, ma il pesce azzurro per me è il più saporito, lo adoro, anche se viene preparato nel modo più semplice, bollito e con un filo d'olio a crudo, prezzemolo e limone.
Per questo, quando ho visto la ricetta di questo tortino, ne ho subito preso nota mentalmente pensando che l'avrei provata al più presto.


Ed è stato proprio con questa ricetta nella testa, che nella mia prima GAS-spesa ho inserito una scafetta di alici fresche (la "scafetta", qui da noi, è il termine che si usa per indicare la "cassetta" di pesce): 1 kg di alici freschissime che fino a poche ore prima stavano qui nel nostro mare, al largo dalla nostra costa abruzzese, comprate direttamente dal pescatore e portate a casa. Pulire 1 kg di alici fresche non è esattamente il passatempo più divertente di questo mondo, ma a conti fatti, è un prezzo che val bene la pena di pagare per mangiare questo delizioso tortino.

  • 1 kg di alici fresche
  • 400 g di pomodori pelati
  • una bella manciata di prezzemolo
  • una bella manciata di capperi sott'aceto
  • una decina di olive nere snocciolate
  • 1 spicchio d'aglio
  • un po' di peperoncino piccante
  • olio evo, sale, pepe
  • pangrattato
Eviscerare e deliscare le alici, passandole velocemente sotto l'acqua corrente, e tenerle da parte a scolare bene (non guasterebbe tamponarle con lo scottex, in modo da asciugarle con cura così non tirano fuori troppa acqua in cottura).
Dopo aver scolato i capperi (e le olive, se sono quelle conservate nel liquido), tritarli finemente col prezzemolo, l'aglio e le stesse olive.
Far scaldare l'olio in una casseruola, quindi versarvi questo trito e far rosolare leggermente. Aggiungere i pomodori pelati schiacciati con la forchetta e il peperoncino (io ho usato 4 piri piri sbriciolati direttamente nel pomodoro... erano un po' troppi, dimentico sempre che il piri piri è un veleno!), far sobbollire a fuoco basso fino a far restringere il sughetto, salando e pepando a gusto.


A questo punto, far scaldare il forno a 180° ventilato, distribuire 3-4 cucchiaiate di sugo sul fondo di una pirofila da forno e adagiarvi sopra un primo strato di alici. Distribuire qualche altra cucchiaiata di sugo e un secondo strato di alici e via così fino ad esaurimento degli ingredienti, terminando col sugo. A me sono venuti tre strati.
Infornare e lasciar cuocere per 20 minuti. Come dicevo, le alici tirano fuori molto liquido, soprattutto se non li si asciuga un po'. In verità, io l'ho scolato via una prima volta dopo una decina di minuti di cottura, e poi di nuovo alla fine dei 20 minuti.


A questo punto, distribuire sulla superficie qualche cucchiaiata di pangrattato, non ne serve tanto, giusto una spolverata per la gratinatura. Se lo si gradisce, si possono distribuire sopra un po' di capperi e olive intere, quindi rimettere in forno, solo funzione grill, per una decina di minuti, o comunque finché la superficie non si presenti dorata.
Davvero gustoso e saporito, senz'altro da riproporre con un prossimo acquisto di GAS-alici! ;-)

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...