sabato 26 maggio 2012

Gratin di patate e primizie primaverili

Il gratin di patate non è niente di veramente originale in sé, ma può acquisire una lieve connotazione di originalità ogni volta che la si fa in base agli ingredienti con cui si decide di arricchirlo. In altre parole, se non c'è mai niente di innovativo negli ingredienti di base che generalmente sono patate, uova, formaggio, tuttavia può diventare qualcosa di inedito ogni volta, se si sceglie di insaporirlo con qualcosa di nuovo.


Io stavolta mi sono liberamente ispirata a questa ricetta di Jo, che mi è piaciuta per l'impiego di ortaggi che sono considerati delle tipiche primizie primaverili: asparagi, piselli, cipollotto fresco, erba cipollina... tuttavia mi sono alquanto discostata da alcune cose perché l'ho adattata a quello che avevo già disponibile, a cominciare proprio dalle patate che andavano smaltite perché stavano facendosi vecchiotte.


Ne è risultato uno squisito piatto unico, ottimo da consumare a cena col solo accompagnamento di un'insalatina fresca.
  • 500-600 g di patate
  • 2 uova
  • 1 vasetto di yogurt bianco magro
  • 10-15 asparagi
  • 15-20 piselli in baccello
  • 1 cipollotto
  • 1-2 spicchi d'aglio
  • 75 g di prosciutto cotto a dadini
  • qualche filo di erba cipollina
  • parmigiano grattugiato
  • olio evo, sale, pepe bianco macinato, pangrattato


Lessare le patate (io le ho cotte al vapore nel microonde, generalmente tendo a preferire questo sistema di cottura perché così le patate rimangono più asciutte) e schiacciarle con l'apposito attrezzo.
Sbaccellare i piselli, sbollentarli un paio di minuti e scolarli. Sbollentare e scolare anche gli asparagi e tagliarli a pezzettini. Affettare sottilmente il cipollotto. Scaldare dell'olio evo in un padellino, farvi appassire il cipollotto e l'aglio a fettine sottili, aggiungere il prosciutto a dadini, quindi anche i piselli e gli asparagi tagliati a pezzetti, salare, pepare e far insaporire il tutto qualche minuto.


Nella ciotola in cui si sono raccolte le patate schiacciate, aggiungere le uova, il vasetto di yogurt, il parmigiano grattugiato, sale e pepe. Quindi aggiungere le verdurine fatte insaporire in padella, l'erba cipollina spezzettata con le mani e mescolare bene per far amalgamare il tutto.
Ungere una pirofila da forno e cospargerla di pangrattato, quindi versarvi il composto di patate e verdurine. Coi rebbi di una forchetta, praticare dei solchi sulla superficie, spolverare ancora con pangrattato e colare un filo d'olio.


Cuocere in forno preriscaldato a 200° ventilato per 20 minuti, quindi abbassare a 180° e lasciar cuocere per altri 25 minuti, o comunque finché la superficie non si presenti dorata.

6 commenti:

  1. davvero splendida ricetta adoro i graten..

    RispondiElimina
  2. Che bella dorata ... ti è riuscita!

    È un'ottima ricetta svuotafrigo, si presta davvero a molte varianti...

    RispondiElimina
  3. Ottimo piatto unico perfettamente riuscito ;)

    p.s. abbiamo la stessa pirofila.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Iris, mi ricordo che questa cosa della pirofila me l'avevi già detta da qualche parte... io ti avevo anche risposto che non ho solo la pirofila, ma tutto il servizio di piatti etc etc. La Linea Naif per me è una delle più belle della Villeroy & Boch!

      Elimina
  4. Non ho mai usato lo yogurt...ebbrava.
    Solitamente il mio tortino di patate che chiamo "sgonfiotto" è straripante di stracchino e prosciutto cotto...molto meno dietetico del tuo! Un abbraccio, buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello di questi sformati di patate è proprio che ci puoi mettere quello che ti pare, sempre buoni sono. Come ha scritto Jo qui sopra, sono dei favolosi "svuotafrigo" ;-)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...