domenica 4 marzo 2012

Polenta taragna con puzzone di Moena e funghi porcini

Ultimamente ho fatto conoscenza col puzzone di Moena, che non è un clochard delle Dolomiti come il nome potrebbe suggerire ;-P , ma un formaggio dall'odore un po' pungente, ma taaaaaanto buono. In effetti, dal nome si potrebbe anche pensare che abbia un sapore forte, invece non lo è poi così tanto... ho mangiato pecorini dal gusto molto più forte.


L'odore... bé, quello c'è, del resto se si chiama "puzzone" ci sarà un motivo, tuttavia io ho risolto completamente ogni problema di "zaffate maleodoranti" quando apro il frigo con questo favoloso oggetto della Tupperware, che si chiama Cheesmart, e oltre a trattenere completamente gli "effluvi formaggiosi", consente una conservazione lunga e ottimale di ogni tipo di formaggio, un acquisto di cui vado davvero fiera!


Comunque, per tornare al nostro puzzone, ho scoperto anche quanto sia buono sciolto nella polenta, soprattutto nella taragna che, secondo me, è quella che meglio si sposa coi formaggi, in particolare col bitto o col casera, ma siccome io qui non trovo facilmente né l'uno né l'altro, cerco di arrangiarmi come posso, e l'abbinamento col puzzone è del tutto degno, come ho avuto modo di scoprire.
Se poi ci si volesse mettere sopra anche qualche porcinetto trifolato, così, tanto per gradire... bé, la faccenda diventa ancora più interessante ;-)
E ancora, se si avesse anche una macchina del pane, si può avere la polenta pronta in un'ora senza praticamente fare alcuna fatica! Come cuocere una polenta nella MdP l'avevo già spiegato qui, colgo solo l'occasione per ribadire la mia convinzione che esistono delle trovate che, nella loro semplicità, risultano davvero geniali: ecco, io credo che chi ha avuto la pensata di cuocere la polenta nella MdP meriti un Nobel. Esagero? Forse, ma di certo io non smetterò mai di ringraziarlo (o ringraziarla).


Dunque, tornando alla ricetta, per due porzioni servono:
  • 500 ml di acqua
  • 120 g di farina di polenta taragna
  • 1 cucchiaio di olio evo per la polenta
  • 1 cucchiaino di sale
  • 150 g di puzzone di Moena
  • 10 g di porcini secchi
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 cucchiaio di olio evo per i funghi
  • sale, prezzemolo tritato
Innanzitutto, mettere a rinvenire i funghi in un po' di acqua tiepida.
Versare nel cestello della MdP l'acqua, l'olio, il sale e la polenta taragna e avviare il programma Marmellata, seguendo le indicazioni che avevo già fornito in questo post.
Nel frattempo, preparare i funghi trifolati. Passare l'aglio allo schiacciaaglio e farlo imbiondire in un padellino col cucchiaio d'olio. Aggiungere i funghi scolati, far rosolare un paio di minuti e portare a cottura con un poco dell'acqua in cui sono stati fatti rinvenire, opportunamente filtrata. A fine cottura, salare, cospargere con del prezzemolo tritato e tenere da parte.


Togliere la crosta al formaggio e farci una dadolata, da aggiungere alla polenta una decina di minuti prima di toglierla dalla MdP. Versare la polenta nel piatto da portata e coprirla coi funghi. Far riposare qualche minuto perché possa compattarsi e servire.

4 commenti:

  1. wuauuuu, la polenta con la MdP non ci avevo mai pensato, però ahi, non ho la MdP :)) sei una tentatrice, ma io cerco di resistere ulteriormente; dovrò continuare con il paiuolo di rame...
    Sai che non sono mai riuscita a trovare il Puzzone? dopo la tua presentazione, devo assolutamente cercarlo con il lanternino!!

    RispondiElimina
  2. Jo, la polenta nella MdP è una grande trovata, ma come tutte le cose ha anche i suoi limiti, che nel suo caso è la quntità massima che ci ci può cuocere, e che corrisponde al doppio delle dosi che ho dato io nella ricetta, sufficienti quindi per 4 persone, o 3 di buon appetito.
    Il puzzone di Moena io lo trovo ogni tanto all'Ipercoop, che periodicamente offre questi formaggi tipici meno conosciuti, venerdì scorso per esempio ho trovato il morlacco del Grappa ;-)
    Il puzzone l'ho usato anche per mantecare un risotto, la ricetta dovrebbe passare in qualche momento di marzo inoltrato.
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  3. Il puzzone di Moena è radioattivo, ma con la polenta è squisito! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Radioattivo? come radioattivo?!? mannòòòò dai, è solo un po' puzzolente, ahahahahah!!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...