mercoledì 18 gennaio 2012

Panini all'olio con rosmarino, noci e uvetta

La ricetta di questi panini così particolari e intriganti per l'inconsueto abbinamento di sapori, l'ho trovata qui... letta e rifatta, senza un attimo di ripensamento, sempre con qualche piccola modifica come da consuetudine. Riporto le mie dosi e il mio procedimento.


Per 12 panini:
  • 250 g di farina tipo 0
  • 250 g di farina manitoba
  • 70 g di fiocchi d'avena
  • 250 g di acqua + un paio di cucchiai se necessari
  • 1 g di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di malto
  • 8 g di sale fino
  • 120 g di olio evo
  • 7 g di rosmarino tritato al coltello
  • 90 g di noci tritati grossolanamente
  • 100 g di uvetta
Nella ciotola dell'impastatrice miscelare insieme le due farine coi fiocchi d'avena. Sciogliere il lievito e il malto nell'acqua, fare una cavità nelle farine e versarvi il liquido, avviando il gancio. Quando gli ingredienti sono ben amalgamati, aggiungere il sale e l'olio, aumentare la velocità del gancio e far impastare finché la massa non si presenta bella incordata, eventualmente aggiungendo l'altra acqua, un cucchiaio alla volta, se dovesse apparire troppo "asciutta".
Coprire con pellicola e canovaccio e lasciar lievitare tutta la notte, comunque finché non abbia triplicato di volume.
A lievitazione ultimata, versare l'impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e allargare con le mani. Distribuirvi sopra il rosmarino, le noci e l'uvetta, quindi impastare il tutto con le mani finché non saranno ben distribuiti.


Tagliare dei pezzi da circa 95-100 g e dare la forma di panini, che verranno messi sulla leccarda foderata di cartaforno. Io ho usato 2 leccarde, su ognuna ho messo 6 panini che ho messo a lievitare nel forno, con la sola lucina accesa, per 3 ore.
Scaldare il forno a 180° (ventilato se si cuociono insieme le due leccarde, altrimenti statico), spennellare i panini con un po' d'olio evo e infornarli per circa 30 minuti, comunque finché non si presenteranno belli dorati. Dopo 15 minuti ho scambiato le leccarde di livello e per gli ultimi 5 minuti di cottura ho abbassato la  temperatura a 160°, mantenendo sempre la ventilazione. Far raffreddare su una gratella di raffreddamento.


Sono deliziosi, i sapori di dolce-salato si combinano perfettamente e sono panini che si accompagnano bene sia con salumi e formaggi che con un po' di burro per la colazione del mattino.

6 commenti:

  1. Mamma mia che meraviglia! Mi tenti!

    RispondiElimina
  2. Eddaaaiiii Patriiii, fatti tentare: sono buonissimerrimiiii!!! :-)

    RispondiElimina
  3. stupendi, io di sicuro mi lascio tentare. di solito uso l'olio laudemio per cucinare, che viene prodotto in toscana vicino casa mia ed è ottimo. lo conoscete?
    Andrea

    RispondiElimina
  4. Ciao Andrea! no, non conosco l'olio laudemio.

    RispondiElimina
  5. se me ne passi uno ti dico come sono venuti!!!! ahahaha mmmm che goduria sti' panini proprio da rifare! buona giornataaaa ^-^

    RispondiElimina
  6. Gustosissimi con l'uvetta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...