giovedì 3 novembre 2011

Quenelles di miglio e caprino in crema di peperone rosso

Questa ricetta l'ho vista sullo Spazio di Staximo e, anche se non credo che lei l'abbia intesa come una ricetta dietetica, io ho trovato che avesse tutti i requisiti per esserlo. E dato che io sono a dieta, ho deciso di farle :-)
In verità, lei le sue le ha chiamate "geometrie", cosa che io non ho potuto fare perché  dopo la cottura, alle mie era rimasto ben poco di geometrico. Forse perché, non avendo trovato ricotta di capra, ho sostituito con formaggio caprino che ha retto meno il calore e si è sciolto? magari la ricotta avrebbe retto di più? Chi lo sa... io sono riuscita a darmi solo questa spiegazione, avendo comunque rispettato le dosi (che ho solo dimezzato rispetto a quelle date da Staximo).


A dire il vero, al momento di scegliere l'alternativa alla ricotta di capra, sono stata indecisa tra il caprino e la ricotta di pecora, preferendo il primo perché ho pensato che si sarebbe avvicinato di più come sapore. Siccome comunque le rifarò, perché sono una delizia, se ancora una volta non troverò la ricotta di capra, prenderò quella di pecora, così vediamo se riesco anch'io a fare delle "geometrie".
Per ora, cuccatevi queste quenelles ;-) , le dosi sono per 9-10 quenelles.


Per le quenelles:
  • 75 g di miglio
  • 175 g di caprino spalmabile (quello vero di latte di capra, non quello su cui c'è scritto che è fatto col latte di vacca!)
  • una generosa manciata di maggiorana secca
  • sale
Per la crema di peperone:
  • 2 peperoni rossi carnosi
  • 1 scalogno
  • 3 cucchiaini di olio evo
  • poca acqua
  • sale
Lessare il miglio in abbondante acqua salata per 15-20 minuti. Scolare e far raffreddare, sgranando ogni tanto con una forchetta. Mescolare col caprino e la maggiorana, salare se necessario.
Per preparare la crema di peperone, affettare sottilmente lo scalogno e farlo cuocere in poca acqua finché non diventi trasparente e l'acqua evapori completamente, quindi aggiungere l'olio e far insaporire. Aggiungere anche i peperoni che nel frattempo avrete tagliato a pezzettini, salare, mescolare, coprire col coperchio e portare a cottura, controllando di tanto in tanto. Quando i peperoni saranno completamente morbidi, ridurli in crema col frullatore a immersione.
Scaldare un padellino antiaderente senza aggiungere alcun tipo di grasso. Aiutandosi con due cucchiai, prelevare l'impasto di miglio e caprino e adagiare le quenelles nel padellino, girandole delicatamente per farle rosolare su tutti i lati.


Servire nei piatti in cui si sarà prima versata un po' di crema di peperone, formando un letto su cui adagiare le quenelles. Se si volessero servire come finger food, utilizzare dei cucchiai e in ciascuno mettere un po' di crema e adagiarvi sopra una quenelle.
Grazie a Staximo per questa ricetta molto saporita e leggera!

7 commenti:

  1. Geometrie o quenelles non faccio differenza, queste tue mi piacciono molto e le trovo molto geometriche.
    Confesso che non ho mai cotto il miglio però questo piatto lo trovo gustoso.
    Anche io avrei fatto le tue scelte sul tipo di formaggio da scegliere.

    Brava
    Baci da me

    RispondiElimina
  2. Buonissime! La geometria lasciala nelle aule che già lì è difficile da praticare! Forse raffreddando il composto, come si fa con i biscotti, avresti ottenuto quennelles geometriche? Baci, Laura

    RispondiElimina
  3. @Claudia, anche per me è la prima volta che cucino il miglio, fatta esclusione per qualche volta che ho comprato le crocchette di miglio già pronte e solo da cucinare, che devi accompagnare ognuna con una spatolata di maionese sennò ti si fermano nel gargarozzo!!! :-D
    @Laura, in effetti l'impasto l'ho messo nel frigo, il tempo di preparare la crema di peperoni, per non lasciarlo a temperatura ambiente. No, sono convinta che sia dipeso dall'uso del caprino, con la ricotta non sarebbe successo, basti pensare a come si comporta nei ripieni per i cannelloni, o dei ravioli... e a ben rifletterci, la ricotta non è un formaggio, e quindi non si comporta da formaggio. Rifarò sicuramente questa ricetta, e farò le geometrie, promesso! ;-)
    Baci e buona giornata ad entrambe!

    RispondiElimina
  4. non ho mai cucinato il miglio in vita mia ma l'ho mangiato alcune volte a casa di mia madre che è intollerante a tutto :D E non è male per niente!

    RispondiElimina
  5. Ricetta davvero particolare. I semi sono molto sottovalutati, dovremmo mangiarne molti di più, fanno benissimo. Un saluto.

    RispondiElimina
  6. UHHHH le vogliooooo!!!! Adoro il miglio, devo farle al più presto!! Magari con un quark o simile di soia.. così tutti in una volta li metto a posto ! ;D

    RispondiElimina
  7. nn ti preoccupare della forma sono bellissime le tue quenelles ed hanno un aspetto succulento quindi...da rifare no??? buon week ;-)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...