martedì 15 novembre 2011

Grappa al basilico

Chi mi segue con assiduità, forse si ricorderà che, quando ho dato la ricetta del liquore al basilico, avevo parlato di una nuova sperimentazione messa in cantiere, quella della grappa al basilico, di cui tuttavia, bisognava aspettare la totale maturazione prima di poterne parlare ed esprimere giudizi. Bene, finalmente questa maturazione c'è stata, quindi ho potuto fare l'assaggio e decidere che è un liquore che merita di essere proposto e replicato.


Per farla ho seguito questa ricetta trovata sul forum Kucinare ed è davvero semplice, occorrono soltanto:
  • 60 foglie di basilico belle grosse
  • 300 200 150 g di zucchero(*)
  • 1 litro di grappa bianca
  • la scorza 2 limoni non trattati
  • un'albanella a chiusura ermetica da 1 litro e 1/2
Come si può vedere dalla foto


va messo tutto lo zucchero, poi sopra le scorze di limone (mi raccomando, senza la parte bianca!), quindi le foglie di basilico accuratamente selezionate, lavate e delicatamente asciugate, e su tutto viene versata la grappa. Si chiude l'albanella e si mette a riposare in un luogo buio per almeno 20 giorni. In teoria, non bisognerebbe mai agitare, in pratica, io un'agitatina ogni giorno gliel'ho data lo stesso, finché non s'è sciolto tutto lo zucchero.
Trascorso il tempo di riposo (che io ho fatto durare più a lungo, all'incirca un mese), si filtra e s'imbottiglia, e si lascia riposare ancora per 2 mesi.


Se devo essere sincera, preferisco la grappa al liquore al basilico, ed è davvero un peccato che sia stagionale, altrimenti ne metterei già in infusione un altro quantitativo. L'unica cosa che diminuirei è la quantità di zucchero, 300 g per me sono troppi, fa diventare la grappa troppo dolce ed io la preferisco decisamente più secca.

(*)AGGIORNAMENTO AGOSTO 2012: ho rifatto la grappa con 200 g di zucchero ed è senz'altro meglio, sempre piuttosto dolce come solitamente sono le grappe aromatizzate, ma sicuramente meno stucchevole. Sto pensando di mettere in cantiere un altro litro, abbassando ancora lo zucchero a 150 g. Seguiranno altri aggiornamenti.
AGGIORNAMENTO SETTEMBRE 2012: come anticipato, ho preparato un altro litro di grappa abbassando lo zucchero a 150 g, e direi che così abbia dato senz'altro il miglior risultato, finora. Perciò l'anno prossimo ne preparerò un altro lotto con questa quantità di zucchero, e voglio provare a spingermi oltre, preparandone un altro ancora con addirittura 100 g. L'anno prossimo però, che ormai il mio cespuglio di basilico è totalmente depredato! ;-)
AGGIORNAMENTO OTTOBRE 2013: quest'anno ho dosato 200 g di zucchero su 1,5 l di grappa. Un po' alla volta, continuo a diminuire, e il sapore ne guadagna sempre più, secondo me.
AGGIORNAMENTO OTTOBRE 2015: quest'anno sono scesa ancora, 100 g di zucchero su 1 litro e mezzo di grappa. Direi che sia, decisamente, il miglior risultato ottenuto finora, e forse potrei anche fermarmi qui.

9 commenti:

  1. Io sono astemia e quindi nn apprezzo i liquori,figurati che x me nn c'e' differenza fra un vino costosissimo eun tavernello ahahah mio marito apprezzerebbe molto questa ricetta quindi me la copio xche' e' particolare....mannaggiua devo aspettare l'estate!!! uffolina ;-))

    RispondiElimina
  2. Il liquore al basilico è ottimo già di suo, questa grappa mi ispira assai assai :) e poi Adesso so come smaltire la grappa che ho in casa, GRAZIEEEEEE.

    RispondiElimina
  3. Io assaggiai la grappa al basilico in un piccolo ristorante dalle parti di Genzano, paese dei Castelli Romani.
    Me ne innamorai a primo assaggio!
    Si trattava di una produzione artigianale, in commercio non mi è mai capitato di vederne.

    RispondiElimina
  4. Buongiorno a tutti!
    All'Anonimo del 3° commento... sei Raoul, vero? ;-) Devo a te questa prova di grappa al basilico, proprio da te ne sentii parlare e mi venne la curiosità di cercare come si facesse, grazie! :-)

    RispondiElimina
  5. mi ricordo il tuo liquorino al basilico la grappa deve essere altrettanto buona. Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ottima! Ideale anche per i regali di Natale. Buona giornata, Laura

    RispondiElimina
  7. Ciao Laura! Sì, infatti io i liquori (e le marmellate) che preparo sono fondamentalmente per le mie ceste natalizie, per me tengo giusto delle mini-bottiglie da 1/4 di litro. Comunque ieri sera avevo la cena che si divertiva a fare su e giù, allora ho provato a prenderne un goccio (diciamo la quantità che c'è nel bicchierino della foto)... 'na bomba! Cena digerita all'istante!!! :-D

    RispondiElimina
  8. Io provo a farla con il miele, è peccato rovinare il basilico con lo zucchero bianco. Che ne dite??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giorgia, benvenuta.
      Non capisco cosa intendi con "rovinare il basilico con lo zucchero bianco"... in che senso "rovinare"?
      Comunque, per il miele non ti posso suggerire niente, avendolo fatto sempre con lo zucchero. Mi viene solo da pensare che il sapore del miele si sentirebbe troppo nel risultato finale, col rischio di coprire quello del basilico.
      Prova, ma io non ti posso garantire niente ;-)
      Ciao.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...