domenica 9 ottobre 2011

Riso thai jasmine con cipolla rossa e salsa di soia



Oggi sono al giorno 3 della mia dieta. Continuo ad avere le allucinazioni, come Garfield sogno lasagne e torte multistrato farcite e glassate, ma tengo duro e insisto nella mortificazione della mia lussuria golosa. Che poi, non è tanto una mortificazione del palato, perché anche stando a dieta si possono mangiare cose buone. Anzi, spesso la dieta è un buon momento per riscoprire i sapori semplici, come questi spaghetti che mi sono preparata ieri per pranzo, riducendo ovviamente la quantità d'olio che dev'essere non più di 1 cucchiaino a porzione, e non più di 1 cucchiaio nell'arco di tutta la giornata. A sentirsi mortificato è lo stomaco, perché sono le quantità che, con la dieta, vengono drasticamente ridotte, e all'inizio è dura perché ci si alza da tavola ancora con l'appetito, e la voglia di aprire il frigo per "rubare" una fettina di bresaola, o un pezzetto di formaggio da accompagnare con un pezzetto di pane è davvero forte. Ma io sono più forte e resisto alla voglia, almeno per ora ;-)
Ieri poi, sulla bacheca di Facebook di una mia amica, mi è capitato di vedere la foto molto accattivante di un piatto di spaghetti, che nella didascalia veniva descritto come "Spaghetti con cipolla rossa e salsa di soia". La mia attenzione è stata subito catturata perché ho intuito all'istante come quella ricetta potesse essere indicata per una dieta, e quindi mi sono fatta dare la ricetta, che poi si trova qui.


In origine, nasce come condimento per le linguine, però a me oggi toccava il riso, e allora, data la presenza della salsa di soia, mi sono detta "perché non farci un po' di thai jasmine?". Ed è stata una scelta molto felice, perché oltre ad essere stato facile e veloce da preparare, mi è davvero piaciuto.
Per una porzione:
  • 80 g di riso thai jasmine
  • 1/2 cipolla rossa
  • 1 cucchiaino d'olio evo
  • un po' d'acqua
  • salsa di soia q.b.
Affettare a velo la cipolla e rosolarla leggermente in un padellino antiaderente col cucchiaino d'olio, quindi farla stufare con un po' d'acqua e, quando diventa trasparente, aggiungere la salsa di soia, far andare ancora un minutino e spegnere la fiamma.
Nel frattempo, far cuocere il riso per assorbimento in una quantità d'acqua pari al doppio del suo peso (160 g insomma ;-P ), e quando l'acqua è completamente assorbita, coprire e lasciar riposare per far ultimare la cottura. Non occorre salare l'acqua perché la soia è già abbastanza saporita di suo.


Saltare quindi il riso nel padellino con la cipolla alla soia e consumare subito. Credetemi, se piacciono la cipolla e la soia, piacerà anche questo piatto, e se si è a dieta, lo si mangerà di gusto e senza sensi di colpa ;-)

3 commenti:

  1. ritengo che la tua versione con il riso sia moooolto più azzeccata :)) il riso thai ce l'ho, la soia pure, la cipolla si trova.....il gioco è fatto! buona domenica, ciauuu :)

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo il tuo blog ma ora che l'ho scoperto,mi iscrivo volentieri..e' carinissimo e molto utile!Se vuoi dare un'occhiata al mio spazio,le porte sono aperte:e' in corso anche un carinissimo giveaway che trovi qui!

    RispondiElimina
  3. Che bella ricetta con il riso, da provare assolutamente, ciao SILVIA

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...