mercoledì 26 ottobre 2011

Il mio sugo con le sarde "light"

Una voglia incommensurabile di pasta con le sarde e il finocchietto, ma come fare? sono a dieta, e nel sugo con le sarde ci stanno l'uvetta e i pinoli, assolutamente vietati come tutta la frutta secca! Come fare per rimediare? Certo, ci si potrebbe limitare ad usare le sarde e il finocchietto e basta, però... però... e se usassi le olive nere e i capperi? anzi, ancora meglio dei capperi, i cucunci che hanno un sapore più delicato che non mi va a coprire quello delle sarde? Certo, il sapore finale viene stravolto: cucunci e olive al posto di uvetta e pinoli, non c'è proprio nessuna connessione, se non la tipicità dell'origine degli ingredienti, che è sempre sicula.


Insomma, non me ne vogliano i siciliani! lo so che ho cambiato radicalmente la ricetta, ma qualcosa dovevo inventarmi per potermi togliere la voglia che avevo, e posso assicurare che il risultato è stato comunque buonissimo!


Per preparare un sugo sufficiente a condire 3 porzioni "regolamentari" di pasta servono:
  • 5 belle sarde fresche (mi raccomando che siano sarde e non sardine, se sono piccole aumentate la quantità)
  • 1 mazzetto di finocchietto
  • 1 scalogno
  • 2 filetti di acciuga sott'olio
  • una dozzina di olive nere snocciolate
  • una dozzina di cucunci
  • 450 g circa di polpa di pomodoro
  • 3 cucchiaini di olio evo
  • sale e pepe bianco
Pulire e deliscare le sarde. Lessare il finocchietto, tritarlo e tenere da parte l'acqua.


Far rosolare leggermente lo scalogno tritato con le acciughe, aggiungere le olive e i cucunci con un po' dell'acqua del finocchietto e far evaporare. Versare la polpa di pomodoro col resto dell'acqua del finocchietto (dato che il finocchietto non era molto, anche l'acqua in cui l'ho lessato era pochina, per cui ho preferito usarla per profumare il sugo piuttosto che per cuocerci la pasta com'è solitamente previsto), e far andare per 5 minuti, quindi aggiungere le sarde e il finocchietto tritato, salare e pepare e far cuocere finché il sugo non si sia ristretto.


Io ci ho condito gli stringozzi umbri, perché la dieta mi consente 100 g di pasta fresca contro gli 80 g di pasta secca... fubba io!!! :-D
E comunque, appena potrò, mi farò un bel piatto di pasta con le sarde e l'uvetta e i pinoli!!!

2 commenti:

  1. molto buona questa pasta! me ne riempirei un piattone!! ciauuu :))

    RispondiElimina
  2. Un gustoso primo piatto, ciao SILVIA

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...