mercoledì 28 settembre 2011

Quiche alla pecorara

Già da un po' riflettevo sul fatto che da tanto non preparavo una quiche e allora, complice il rotolo di pasta sfoglia che giaceva nel freezer perché compralo-che-non-si-sa-mai-potrebbe-sempre-tornare-utile-tanto-lo-congeli, ho voluto farne una coi pomodorini ciliegino. Lo so, non è molto originale come idea: di torte salate coi pomodorini ciliegino se ne sono viste a bizzeffe, però io ho voluto accostarli alla ricotta di pecora e al pecorino grattugiato, e così si spiega il nome "alla pecorara".


Ovviamente, la ricotta sostituisce la panna che è l'ingrediente che di solito si usa nelle quiches, e ho ceduto all'uso della pancetta affumicata, che volendo si può omettere e lasciare che la quiche rimanga vegetariana.
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 15 pomodorini ciliegino
  • 300 g di ricotta di pecora
  • 5 cucchiaini di pecorino grattugiato
  • 2 uova
  • 75 g di pancetta affumicata a dadini
  • 10 rametti di origano fresco
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 pezzettino di peperoncino piccante (si può omettere se non piace)
  • 3-4 acciughe sott'olio
  • sale, pepe, olio evo
Lavare, asciugare e tagliare a metà i pomodorini, ponendoli in un piatto fondo.
Sciacquare l'origano, asciugarlo e staccare le foglie dai rametti. Tritarle grossolanamente con l'aglio, le acciughe e il peperoncino. Salare (ma va bene anche il sale bianco semplice), emulsionare con 2 cucchiaini di olio evo e usare per condire i pomodorini.


Mescolare la ricotta con le uova, il pecorino grattugiato, sale e pepe (di nuovo, va bene anche il sale semplice).


Scaldare il forno a 160° ventilato.
Srotolare la pasta sfoglia e deporla nello stampo da crostata, con tutta la carta che l'avvolgeva. Spalmarci sopra 3 cucchiai di ricotta, quindi disporvi i pomodorini conditi e spolverare coi cubetti di pancetta affumicata.
Versare sul tutto la restante ricotta, livellare e rimboccare la pasta sfoglia tutto intorno al bordo.


Infornare e lasciar cuocere 45 minuti, eventualmente abbassando la temperatura a 150° se comincia a prendere troppo colore, io l'ho fatto dopo 15-20 minuti.


Ottima da servire con gli aperitivi e ai buffet.

5 commenti:

  1. ottima idea... chissà che buona...

    e mi sta simpatico pure il nome!

    RispondiElimina
  2. Vengo a cena! è da tanto che ne ho voglia di quiche.
    (non domando neppure più il permesso, mi autoinvito...sempre delle cosine da sbavare fai!)

    RispondiElimina
  3. Ehm, Jéjé... sai qual è il problema? che non posto mai la ricetta il giorno stesso in cui la realizzo, per cui quando la leggi qui sul blog, la realizzazione è già bell'e che andata... sorry! ;-P

    RispondiElimina
  4. Bhè ma quando fai le foto la pietanza si fredda..devi per forza farne un'altra ..anche come controprova no?!

    RispondiElimina
  5. Ottima, golosissisma quiche! CIAO SILVIA

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...