martedì 16 agosto 2011

Tofu saltato nel wok con verdure e salsa di soia

Sono al mio secondo esperimento culinario col tofu. La prima volta ho voluto cercare di conciliare un alimento ben lontano dalla nostra tradizione gastronomica con un gusto mediterraneo più familiare al nostro palato, e il risultato non fu poi così malvagio, anche se dovetti riconoscere che non è il genere di cosa che mangerei tanto di frequente.
Questa volta ho voluto provare a fare un preparazione che si avvicinasse di più alla cucina orientale, quindi impiego della salsa e dei germogli di soia, ingredienti tutti tagliati a julienne e cottura nel wok. Unica cessione alla cucina mediterranea, l'uso dell'olio evo, perché l'olio evo è sempre lui, il re dei condimenti, e per noi che siamo abituati al suo sapore è veramente difficile trovargli un sostituto.


Per questa preparazione, mi sono ampiamente ispirata a questo e a questo.
  • 1 forma di tofu da 180 g
  • 1 carota
  • 1 zucchina
  • 1 cipolla (ho usato quella rossa)
  • 1 spicchio d'aglio
  • 150 g di champignon puliti e affettati
  • 50 g di germogli di soia (consiglio di preferire quelli freschi a quelli in salamoia)
  • olio evo e salsa di soia q.b.
Il procedimento è di una semplicità disarmante: affettare sottilmente la cipolla e passare lo spicchio d'aglio allo schiacciaaglio, e metterli a rosolare nel wok con un po' d'olio evo. Nel frattempo, fare una julienne con la carota, la zucchina e il tofu (niente paura, il tofu non si sbriciola, tanto pare fatto di plastica!)


Quando la cipolla e l'aglio sono appassiti, aggiungere prima i funghi, mescolare e lasciar rosolare qualche secondo, quindi aggiungere insieme la julienne di verdure e tofu e i germogli di soia. Mescolare bene tutti gli ingredienti e irrorare con la salsa di soia ad libitum. Non salare perché la salsa di soia è già salata. Far cuocere il tutto a fuoco vivace, incoperchiato in modo da lasciar fuoriuscire il vapore e mescolando di tanto in tanto. La cottura dev'essere molto rapida, le verdure devono restare croccanti.


Io l'ho trovato davvero buonissimo. Col tofu ridotto a striscioline sottili e le verdure lasciate croccanti, non ho sentito per niente quella fastidiosa consistenza un po' molliccia che non mi aveva convinto la prima volta. Lasciato così può essere un buon contorno di verdure, per delle crocchette di miglio o degli hamburger di soia, per esempio. Tuttavia, grazie al contenuto proteico del tofu, può diventare un buon piatto unico se servito con del riso basmati o thai.
Vi dico solo questo: preparato così, potrei decidere di far entrare il tofu nella mia alimentazione un po' più frequentemente del previsto ;-)

5 commenti:

  1. pare sfizioso devo dire! non ho mai assaggiato il tofu...sono antica io... :)) bel wok! buona continuazione di agosto e baci baci :X

    RispondiElimina
  2. mi sono letta un po delle tue ricette mi piace molo l'dea della tua marmellata di pesche con lo zenzero...per non parlare poi di questa ricetta con il tofu mi sa che la proverò a presto simmy torno a curiosare

    RispondiElimina
  3. Piano piano il tofu ti sta conquistando eh?
    Anche a me piace infilaro tra le verdure.. chissà se così a Julienne posso ingannare l'occhio degli ospiti!? Ci provo prestissimo!!
    Un'idea in più: taglialo sottile e marinarlo con menta, olio e basilico..e qualche goccia di aceto balsamico (se piace), una meraviglia!

    RispondiElimina
  4. Bellina questa del tofu marinato, buona idea... grazie! :-)

    RispondiElimina
  5. Figurati. Io lo sto proponendo in tute le salse per abituare tutte e tre le pesti di casa (figlie e cuore) al sapore inconsueto.
    ciaooo

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...