mercoledì 24 agosto 2011

Liquore alla cannella

Quest'inverno appena trascorso, ad una serata a casa di un'amica, questa mi ha fatto assaggiare un liquore alla cannella che aveva bevuto quando era stata nel Salento, e che tanto le piacque che se ne portò a casa una bottiglia. E come darle torto? Quel liquore era semplicemente un nettare, e già al primo sorso il mio pensiero è stato "devo trovare il modo di farlo a casa!"


Il giorno dopo, mi sono messa in cerca di una ricetta in giro per il web. Devo dire che ne ho trovate diverse, ma tutte più o meno uguali, tutte con all'incirca le stesse dosi, lo stesso procedimento e gli stessi tempi di attesa. Alla fine ho scelto di seguire quella di Zenzero & Cannella, con l'unica differenza che anziché dosare la cannella contando le stecche, ho preferito pesarla, perché dato che le stecche possono essere lunghe o corte, dire 12 stecche mi è sembrato approssimativo. Siccome altrove avevo letto che ne usavano 30 g per 1/2 litro di alcool, ho fatto lo stesso.
Voglio precisare inoltre, che ho usato della cannella malgascia di qualità superiore, buonissima, acquistata qui, e credetemi, la differenza con le varie cannelle che si trovano nella grande distribuzione c'è e si sente tutta!
E poi, ho fatto dose doppia... tanto lo sapevo che sarebbe venuto buono, quindi perché perdere tempo con le piccole quantità di prova?!? ;-)


Per ottenere 2,5 litri di liquore occorrono
  • 1 litro di alcool etilico 95°
  • 60 g di stecche di cannella
  • 1,4 litri di acqua
  • 800 g (ma anche 700 vanno bene) di zucchero semolato
In un'albanella a chiusura ermetica, mettere le stecche di cannella (siccome le mie erano lunghe, le ho spezzate a metà) in infusione nell'alcool, chiudere bene il coperchio e lasciar riposare per almeno 3 settimane in un luogo fresco e buio, agitando ogni giorno. Io ho lasciato che riposasse 32 giorni, comunque il liquido deve diventare di un bel colore ambrato. Ecco come appare dopo 2-3 giorni dall'inizio dell'infusione


ed ecco invece come il colore appare più intenso alla fine del periodo di riposo


Preparare uno sciroppo con l'acqua e lo zucchero facendo bollire finché non diventa trasparente, quindi lasciarlo raffreddare completamente e mescolarvi il liquido dell'infusione, filtrato. Filtrare ancora, quindi imbottigliare. Consentire al liquore un periodo di riposo in bottiglia di almeno una settimana, per dare modo ai sapori di amalgamarsi bene. E' ovvio che, più l'affinamento in bottiglia sarà lungo, più il liquore acquisterà un gusto morbido ed equilibrato.


Ed io sto già pensando di mettere in cantiere un secondo lotto di produzione! ;-)

5 commenti:

  1. mi hai fatto venire voglia di rifarlo subito sai!!!e non solo quello ..l'orange chiffon cake, lo chiffon cake al cioccolato...basta scappo ....

    RispondiElimina
  2. @ Simona, e tu falli... mai reprimere queste voglie!!! ;-)
    Buona giornata, ciao!

    RispondiElimina
  3. non conoscevo questo liquore, ma adorando la cannella voglio provare a farlo appena possibile. Credo che sia anche una buona bagna per dolci. bacio

    RispondiElimina
  4. mi hai incuriosito,mi sa che lo provero'anche io!!!

    RispondiElimina
  5. Da te c'è di bello che si trovano idee magnifiche e indirizzi interessanti.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...