domenica 28 agosto 2011

Chelsea buns

Queste brioches sono al top delle mie preferite, a pari merito con queste di Julia Child, e anche se so che l'estate è un buon momento per produrre prodotti lievitati, grazie proprio al caldo che aiuta a velocizzare la lievitazione, tuttavia non riesco a farli in questa stagione perché cerco di limitare al minimo l'uso del forno. Però posso già dire che, ai primi freschi, queste brioches si replicano, in tutto la loro fulgida bontà e sofficità!
La ricetta originale è di Le Pétrin, seguita alla lettera tranne che per un paio di trascurabili dettagli annotati a margine.

  • 500g farina T45 (io ho usato metà manitoba e metà 00)
  • 15g lievito di birra fresco o 2c lievito di birra secco
  • 225ml latte
  • 70g zucchero semolato
  • 1 bustina di vanillina (io ho preferito la buccia di un'arancia grattugiata, altrimenti userei 1 cucchiaino di essenza di vaniglia)
  • 1c sale
  • 1 uovo
  • 80g burro a pezzetti
  • gocce di cioccolato, quantità a piacere
Lasciare gli ingredienti a temperatura ambiente. In un recipiente, mescolare la farina setacciata col lievito di birra secco, lo zucchero e il sale. Fare la fontana al centro e aggiungere l’uovo e il latte (in cui si sarà sciolto il lievito di birra se si sceglie di usare quello fresco). Mescolare a partire dal centro incorporando la farina un po’ alla volta, fin quando tutti gli ingredienti sono amalgamati e l’impasto forma una palla che si stacca dalle pareti del recipiente. Aggiungere il burro a poco a poco e continuare ad impastare finché tutti i pezzetti non sono ben incorporati e la pasta non si presenti omogenea, liscia ed elastica.


Per fare tutto questo io ho usato la MdP, dove ha fatto anche la prima lievitazione, altrimenti si può usare l'impastatrice, si copre la ciotola con la pellicola e si lascia lievitare 1h e 30m. Riprendere l’impasto, sgonfiarlo, fare delle pieghe e rimettere a lievitare nel recipiente per 2h in frigorifero (io ce l'ho lasciato per circa 3 ore, ma per incastri miei di orario). A questo punto, si può sgonfiare e piegare nuovamente l’impasto e lasciar lievitare tutta la notte in frigo.


Imburrare uno stampo quadrato di 24 cm di lato (il mio era 32 ed era perfetto), tranne se è in silicone. Togliere l’impasto dal frigorifero, sgonfiarlo e ripiegarlo su se stesso una o due volte per renderlo omogeneo, stenderlo
sul piano di lavoro leggermente infarinato, fino a formare un quadrato di 30 cm di lato. Cospargere con le gocce di cioccolato (quantità a gusto) o con un ripieno a piacere(*), tenendosi a 1 cm dal bordo. Partendo dall’alto, arrotolare la pasta e chiuderla ai bordi. Porre il rotolo per una ventina di minuti in congelatore per facilitarne il taglio. Tagliare il rotolo in 12 parti uguali e disporli nello stampo. Coprire con un canovaccio e lasciar lievitare 1h e 30m. Scaldare il forno a 160°, spennellare le brioches con un tuorlo d’uovo sbattuto con un cucchiaio d’acqua (io ho usato 2 c di miele d'acacia diluito con un po' di succo d'arancia). Cuocere per circa 25 minuti (a me ce ne son voluti 45-50) e lasciar intiepidire prima di separarle.


(*) In un'altra occasione, ho farcito con un velo di marmellata di ciliege e lamelle di mandorle (vedi foto qui sopra), una soluzione golosa anche questa. Mi raccomando però, che la marmellata sia proprio un velo, altrimenti si fa un macello quando si tagliano i pezzi, e anche in cottura si "splattera" dappertutto! ;-)

3 commenti:

  1. Ma io e te allora ci leggiamo nel pensiero?? Ieri ho comprato al supermercato una briosche simile, Anto mi ha chiesto se potevo rifargliela, e tu mi metti queste!!!! Se non non è telepatia questa ;)
    Sono proprio belle e sofficiose, grazie.

    RispondiElimina
  2. Ma com'è che qui nel tuo blog trovo sempre ricette che mi piacciono moltissimo?

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...