martedì 26 luglio 2011

Pesto di erba cipollina, salvia, pinoli e pistacchi

L'idea di questo pesto è nata leggendo la ricetta di Cappera del pesto di erba cipollina e pinoli, postata su Un Cuore di Farina Senza Glutine. Per qualche ragione, sono rimasta subito colpita dalla trovata di fare un pesto con l'erba cipollina, e mi sono ripromessa che non avrei fatto passare troppo tempo per provarlo. Solo che, strada facendo, c'ho aggiunto qualcosa anche di mio, come faccio spesso, per cui il pesto è diventato di erba cipollina, salvia, pinoli e pistacchi.


Per condire due porzioni di pasta servono:
  • un mazzetto di erba cipollina appena colta
  • un mazzetto di salvia appena colta
  • 25 g di pinoli
  • 25 g di pistacchi freschi (non quelli tostati da aperitivo!), meglio se di Bronte
  • 1 spicchio d'aglio non troppo grande
  • 2 cucchiaini colmi di parmigiano grattugiato
  • sale e olio evo q.b.
Ovviamente, si inizia lavando le erbette, scartando le eventuali foglie secche o rovinate e tamponandole delicatamente per asciugarle. Tuffare i pistacchi in acqua bollente per qualche minuto per togliere le pellicine e passarle 1 minuto al microonde per far asciugare l'umidità che hanno assorbito.
Mettere le erbette, l'aglio, i pinoli e i pistacchi in un frullatore/sminuzzaerbe e triturarle con la funzione pulse, per evitare che possano surriscaldarsi, quindi cominciare a fluidificare con l'olio, e quando il tutto è ben sminuzzato, aggiungere il parmigiano e il sale, sempre con la funzione pulse. Se necessario, si può allungare ancora con altro olio, emulsionando a mano.


Fatto! il pesto è pronto per condire la vostra pasta!


Il profumo è intenso, il gusto è insolito e davvero molto gradevole, L'unica cosa che proverei a fare una prossima volta, diminuire un po' pistacchi e pinoli che secondo me, lo hanno reso un po' troppo denso... forse potrebbero bastare soltanto 30 g, cioè 15 g per tipo.
Io ci ho condito le penne rigate, ma secondo me si sposerebbe benissimo con gli stringozzi umbri!

4 commenti:

  1. un pesto alternativo e gustosissimo!!!

    RispondiElimina
  2. che bello questo pesto, devo assolutamente provarlo a me l'erba cipollina piace moltissimo. Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. bellissima versione la proverò anch'io...ma prima avrei adocchiato quei strangolapreti con pesto e mazzancolle che...mmmhhh!!! la lingua mi schiocca, ultimamente mi attira l'abbinamento pesto/pesce

    un bacissimo

    RispondiElimina
  4. Manu, in alternativa alle mazzancolle puoi usare anche la pescatrice a tocchetti, sperimentata e concesso l'imprimatur. E anche qualche pachino ci fa la sua porca figura! ;-)
    Baciotti pure a te! :-*

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...