sabato 14 maggio 2011

Yorkshire pudding

Con lo yorkshire pudding avevo già provato a combattere alcuni anni addietro, quando cercai di riprodurre quella cosa che mangiai in Scozia tanti anni fa, insieme all'haggis & vegetables. Però quel che mi veniva fuori non gli somigliava per niente, tentai numerose varianti alla ricetta ma niente, mi veniva sempre una cosa che non c'entrava nulla con lo yorkshire pudding che ricordavo io.


Poi qualche giorno fa da Tinny ho trovato questa ricetta di yorkshire pudding senza glutine, e Tinny diceva di averli visti fare a Jamie Oliver durante la sua trasmissione... eccacchio! se li ha fatti Jamie Oliver, DEVONO essere PER FORZA quelli!!! E allora, incoraggiata anche dal fatto che sono facili e veloci da preparare, mi sono cimentata e finalmente posso dire di essere soddisfatta del risultato!
  • 1 cup di farina
  • 1 cup di latte
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale

Scaldare il forno a 200° statico. Buttare tutti gli ingredienti nel frullatore e azionarlo. Se necessario, fermarlo e con una spatola staccare la farina che eventualmente rimanesse appiccicata alla pareti del bicchierone, quindi ri-azionarlo e farlo andare per alcuni minuti a velocità ben sostenuta.
Nel frattempo, spennellare con un goccio d'olio le cavità degli stampi da muffin (con queste dosi a me ne sono usciti 10), quindi versare l'intruglio nelle cavità riempiendole per 2/3 e infornare per una mezz'oretta.


Se tutto è stato fatto bene, dopo una decina di minuti cominceranno a gonfiarsi, a gonfiarsi, a gonfiarsi...
A fine cottura, quando saranno diventati belli dorati, capovolgerli su una gratella di raffreddamento.



Generalmente vengono serviti con l'arrosto, il tipico roast-beef inglese col suo gravy, che poi sarebbe la salsa d'accompagnamento. Con questa salsa, che è il grasso di cottura della carne fatto restringere con della farina o fecola, si irrora per bene sia la carne che il pudding.
Tuttavia io non vedo alcuna controindicazione a impiegarli come bigné da riempire con creme salate, tipo una crema tonnata o al formaggio... insomma, briglie sciolte alla fantasia!!!

3 commenti:

  1. Ciao carissima, è vero, eh? Sono velocissimi da preparare e danno soddisfazione. Un abbraccio, buona domenica.

    RispondiElimina
  2. quante delizie mi sono persa in questo periodo!!
    è ora di rimettermi in pari con le tue squisite ricette!!

    bacioni eli

    RispondiElimina
  3. Che belli sono. Mi piace molto l'idea di farcirli.
    Se vuoi partecipa alla nostra festa di condominio inviando ricette nuove o già pubblicate a http://lacucinaaccanto.blogspot.com/2011/05/buffet-in-giardino-la-nostra-prima.html
    Ti segnalo anche un’altra raccolta organizzata da Elisa la nostra “amministratrice”
    http://massaiacanterina.blogspot.com/2011/05/mai-dire-basta-una-raccolta-che-finisce.html
    La tua partecipazione sarà molto gradita
    Grazie
    Buona giornata

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...