lunedì 30 maggio 2011

Crema catalana con sorpresa

Questo dolce al cucchiaio è talmente buono, che è un peccato servirlo come dessert a fine pasto perché, secondo me, arrivati già satolli da tutte le portate precedenti, non se ne apprezza completamente il gusto come meriterebbe.
La sorpresa sotto la crema catalana è il cremoso al cioccolato di Maurizio Santin, una delizia che ho sentito il bisogno di provare sin dalla prima volta che ne lessi la ricetta... per chi non lo conoscesse, dovete credermi, è da sturbo feroce!
Tra lo strato di cremoso e quello di crema catalana, una generosa sbriciolata di amaretti.


Cremoso al cioccolato
Per il cremoso al cioccolato si prepara una crema inglese nel seguente modo:
  • 350 g di panna fresca
  • 150 g di latte
  • 110 g di tuorli (circa 7, dipende da quanto sono grandi le uova)
  • 65 g di zucchero
Portare a ebollizione la panna con il latte e nel frattempo battere i tuorli con lo zucchero, cercando di incorporare meno aria possibile (io ho usato banalmente una frusta a mano). Diluire i tuorli sbattuti col latte/panna, rimettere sul fuoco e mescolando, portare il tutto alla temperatura di 82-85°. Omogeneizzare con un frullatore a immersione.
Prima di fare tutto questo, avrete tritato
200 g di cioccolato fondente 70/75%, oppure
225 g di cioccolato fondente 55%, oppure
300 g di cioccolato al latte o gianduia
(io ho scelto la prima opzione, fondente al 75%)
Quindi, quando la crema inglese sarà scesa ad una temperatura di 50/60°, andrà incorporata a filo nel ciocco tritato, col frullatore a immersione, sempre senza incorporare aria. Poiché il mio minipimer è ad una sola velocità, e sarebbe stato impossibile non incorporare aria, ho preferito il vecchio metodo della frusta a mano.
Quando gli ingredienti si saranno ben amalgamati, ripartire il cremoso nelle cocottine che si useranno per servire il dessert, e porli in frigo per far solidificare il cremoso.


Quindi preparare la crema pasticcera con
  • 500 g di latte
  • 5 tuorli
  • 100 g di zucchero fino Zéfiro
  • 30 g di fecola di patate
  • la scorza di un limone
  • i semi di una bacca di vaniglia
Scaldare il latte con la scorza di limone e i semi di vaniglia intanto che si batte lo zucchero coi tuorli, ai quali si aggiungerà anche la fecola. Quindi colare a filo il latte caldo e riportare tutto sul fuoco fino ad addensamento.
Riprendere le cocottine e su ognuna sbriciolare 3 amaretti, quindi coprire con la crema pasticcera, che nel frattempo si sarà quasi del tutto freddata, e rimettere in frigo.


Al momento di servire, cospargere la superficie di ogni cocottina con dello zucchero di canna e fiammeggiare con il caramellatore... 250 calorie a cucchiaino, che però vi manderanno in estasi!

9 commenti:

  1. Ecco cosa mi servirebbe ora per tirarmi un po' su. :-D

    RispondiElimina
  2. Ci credo. Solo a guardarlo ti fa venire l'acquolina... Grazie per questa ricetta. Buona settimana

    RispondiElimina
  3. io mi sacrifico per l'assaggio..posso? che meraviglia! brava Lisbhet ottima riuscita, baci :x

    RispondiElimina
  4. Si deve assagiare, secondo me è troppo buona.

    RispondiElimina
  5. Hai ragione, dolci del genere non si possono lasciare a fine pasto col rischio di non goderseli appieno. Il cuore di cioccolato è davvero una splendida sorpresa...sempre brava.

    RispondiElimina
  6. mamma mia che sorpresa! mi piace un casino l'idea degli amaretti sbriciolati sul fondo. soprattutto perché l'unico difetto (ma minuscolo) che trovo nella catalana è la sua estrema dolcezza, solo in parte contrastata dallo zucchero di canna sbruciacchiato. Quindi gli amaretti li trovo degli equilibratori perfetti. mmm che voglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non solo gli amaretti... e il cremoso al cioccolato non l'hai visto? Prova un po' a immaginare: il cremoso al cioccolato nero nero, al 75% di cacao, sul fondo, gli amaretti sbriciolati e la crema catalana sopra... questa sì che è una sorpresa, ed è garantito che la dolcezza della crema catalana la spegne, eccome se la spegne! ;-)

      Elimina
    2. mi sono rimbambita completamente... questo è il segnale... cioè mi sfugge del cioccolato??? cioè ho letto tutto e al momento di commentare ho dimenticato il cremoso????? io che se mi cade un cioccolatino in auto son capace di smontare sedile cambio e scruscotto finché non lo recupero, completamente sciolto, e praticamente me lo bevo quasi con le lacrime agli occhi?????

      Elimina
    3. Non ti nascondo che, quando ho letto che avevi notato gli amaretti, e non il cioccolato, mi sono chiesta "ma è lei o non è lei? e se è lei, macchemminkiajepija che non vede più il cioccolato???"
      Satana! esci da questo corpo!!!
      Baci cioccolatosi!!! :-*

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...