mercoledì 13 aprile 2011

Gaufres de Liége con cranberries (mirtilli rossi)

Delle svariate ricette di gaufres provate, ma che non ho trovato appaganti perché ben poco avevano da spartire col gusto che ricordavo delle gaufres mangiate in Belgio, mentre erano molto più simili alle cosiddette "pizzelle al ferro" nostrane, finalmente ho trovato questa ricetta che mi dava la sensazione di essere quanto di più vicino si potesse trovare ad una ricetta originale, fermo restando che "Belgio che vai, gaufre che trovi", nel senso che ogni località ha la sua ricetta, ma che insomma, bene o male tra di loro si somigliano molto, mentre sono distanti anni luce dalle pizzelle che si usano fare qui da noi.
La cosa più difficile è trovare il parelsuiker, o sucre perlé, o zucchero in perle, che qui da noi proprio non esiste, però ho seguito l'indicazione di Toni di provare con la granella di zucchero, e devo dire che si è comportata abbastanza bene.


Ecco il procedimento per fare 10-12 gaufres (io ho leggermente modificato dosi e procedimento dati da Toni).
  • 12 g di lievito di birra fresco
  • 1/2 tazza di acqua tiepida
  • 250 g farina 0 + 2 C
  • 30 g zucchero semolato
  • 2 uova
  • 150 ml di latte tiepido
Sciogliere il lievito nell'acqua con lo zucchero e 2 C di farina 0 (in aggiunta ai 250 g previsti dalla dose). Far riposare questa miscela per 5 minuti, quindi aggiungervi il resto della farina, alternando col latte e le uova. Si otterrà una pastella abbastanza fluida. Coprire con la pellicola e mettere in un luogo riparato a lievitare fino al raddoppio.
A questo punto, aggiungere a questo pre-impasto:
  • 200 g di farina 00, a cui sarà stato setacciato
  • 1/2 cucchiaino di lievito in polvere per dolci e
  • un pizzico di sale
quindi aggiungere anche
  • 1 c di essenza di vaniglia
Far lavorare il gancio dell'impastatrice e quando gli ingredienti saranno tutti ben amalgamati, incorporare
  • 240 g di burro a temperatura ambiente
un pezzo alla volta, aggiungere il pezzo successivo solo dopo che quello prima sarà stato del tutto assorbito. Lasciare che il gancio strapazzi ben bene l'impasto e, solo in ultimo, per evitare che possano sciogliersi, aggiungere anche
  • 180 g di zucchero in grani
Una volta che anche lo zucchero in grani sarà ben disperso nell'impasto, scaldare la gaufriére e procedere con la cottura.


Così si ottengono le gaufres classiche. Per la variante coi mirtilli rossi che ho realizzato ultimamente, servono
  • 90-100 g di mirtilli rossi disdratati, fatti rinvenire nel latte
che andranno aggiunti all'impasto alla fine, tra il burro e lo zucchero in grani, il quale andrà ridotto e portato a 150 g, o anche un po' meno se lo si preferisce.


Sono una vera delizia, fragranti, burrosi... assolutamente niente da spartire con le nostre tradizionali pizzelle, se non l'aspetto.

5 commenti:

  1. Mamma mia Concèèè che hai postato, hanno un aspetto a dir poco godurioso. Io me ne sto immaginando una con panna e fragoline di bosco...

    RispondiElimina
  2. Davvero, goduriosi...bravissima, cara. Buona giornata.

    RispondiElimina
  3. Scusami, ho fatto un casinetto...I farmacisti trucidi si meritano di essere mandati...che forte, vorrei vederti! Buona notte.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...