sabato 5 marzo 2011

Tagliatelle con funghi e verdure di Alda e Mariella

Ero seria l'altro giorno quando scrivevo da Alda e Mariella che avrei sicuramente provato la loro ricetta delle mafaldine con funghi e verdure... ero serissima anzi. Ed ero serissima anche quando ho scritto che avrei provato ad usare quel condimento per le tagliatelle all'uovo, e infatti... tadàààà


la variopinta padella col condimento pronto, e naturalmente la porzione


In effetti, non nascondo la mia passione per i condimenti per pasta a base di verdure, e vederne uno così ricco e vario mi ha fatto subito venire voglia di provarlo, anche perché è di una rapidità disarmante.
Vabbé, vi dico come faccio la tagliatelle solo per dovere di cronaca, perché tanto questa è una di quelle cose per cui ognuno segue usanze e tradizioni proprio a cui difficilmente si rinuncia. Per ogni uovo uso 100 g di farina, metà tipo 0 e metà semola rimacinata, più ovviamente tutta la farina che si raccoglie in corso di lavorazione, e questa in genere è solo semola rimacinata. Faccio impastare al Ken, quindi quando ha raggiunto la durezza giusta, avvolgo la palla nella pellicola e la metto a riposare in frigo. Quest'operazione in genere la faccio la sera prima, quindi lascio che riposi un'intera nottata. Quindi la mattina dopo riprendo l'impasto e comincio a passarla alla sfogliatrice, nel caso di queste tagliatelle sono arrivata alla tacca N° 4 perché le volevo piuttosto spesse e rustiche.
Per il condimento invece occorrono:
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 bella manciata di piselli
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 carciofo
  • 200 g di funghi (io avevo in congelatore dei porcini e dei finferli, ma Alda e Mariella hanno usato dei comuni champignon)
  • olio evo, sale, pepe, prezzemolo
Pulire il carciofo, tagliarlo a spicchi e tuffarlo in acqua acidulata con un po' di limone.
In una padella, rosolare la cipolla affettata sottile, quindi aggiungere la carota pelata e tagliata a dadini e i piselli. Salare, pepare, allungare con una mestolata di vino bianco e acqua e portare a cottura.
In un'altra padella rosolare l'aglio passato allo schiacciaaglio. Quindi aggiungere gli spicchi di carciofo e far rosolare anch'essi, e infine i funghi. Anche qui, salare, pepare, incoperchiare e portare a cottura. Quindi mescolare tutte le verdure in un'unica padella, lasciare ancora che s'insaporiscano qualche minuto e cospargere col prezzemolo tritato.
Nel frattempo avrete lessato la pasta, che scolerete al dente e spadellerete nel condimento pronto.
Servire con una spolverata di parmigiano grattugiato.
E se per caso, ma proprio per caso, dovessero avanzarvi un po' delle verdure, anche come contorno non sono affatto da disprezzare... grazie ad Alda e Mariella!

3 commenti:

  1. Buone le tagliatelle, anch'io le preferisco più rustiche, "agganciano" meglio il sugo. Ottimo l'accostamento carciofo/fungo. Bravissima.

    RispondiElimina
  2. Ed infatti ti venne un piatto "serissimo"... son due secoli che non mangio la pasta... e anche se non ne sono mai stata dipendente comincio a sentirne la mancanza...
    Quasi quasi...
    Un bacione e buon w.e. :)

    RispondiElimina
  3. Ciao, piacere di conoscerti, complimenti per il tuo blog. Mi iscrivo come tua sostenitrice, e se vorrai contraccambiare, ne sarei felice! Un abbraccio, e aspetto le ricette. . .

    Irina

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...