mercoledì 9 marzo 2011

Cranberry madeleines

Innanzitutto, poche parole di scusa per il fatto che ultimamente non passo più dai vostri blog... tra lavoro e casa, sono abbastanza infognata tra mille cose e il tempo è sempre più traditore. Faccio fatica a trovarlo anche per continuare ad aggiornare il mio blog... appena mi posso ritagliare un momento, me ne scrivo 2-3 e pianifico la messa online, e mentre scrivo questo post, che è l'ultimo in ordine temporale, mi sto già chiedendo tra quanto potrò scriverne un altro... vabbé, speriamo presto!
Comunque vi ringrazio di cuore per il fatto che voi continuiate a passare da me e prometto che, appena possibile, anch'io tornerò a farvi visita, e magari a "rubarvi" qualcuna delle vostre ricettine! ;-)


E ora, parliamo di madeleines. Se dovessi cercare una parola per definire l'aspetto delle madeleines, sceglierei "simpatico". Sì, mi ispirano simpatia, non so perché... forse per la loro buffa forma che ricorda tanto un rimorchiatore, con la carena arrotondata e ondulata e quella gobbetta che fa pensare alla cabina del timoniere... i rimorchiatori mi hanno fatto sempre una gran tenerezza, ogni volta che ne vedevo uno tirarsi dietro un mastodonte di transatlantico pensavo "povero, chissà che fatica!!!".
Ecco, forse è per questo che le madeleines mi ispirano simpatia, o forse è perché stanno in una mano, le mangi con due, max tre morsi e sono tanto buone. Boh, non lo so proprio... so solo che mi stanno tanto simpatiche, e queste in particolare, coi mirtilli rossi, sono ancora più simpatiche!
La ricetta è di Adriana di CIS e l'ho sempre seguita abbastanza fedelmente, devo dire che non mi ha mai riservato spiacevoli sorprese.


  • 3 uova
  • 150 g di zucchero Zéfiro
  • 1 c di essenza di vaniglia
  • 50 g di latte
  • 250 g di farina
  • mezza bustina di lievito
  • 125 g di burro fuso
  • 100 g di mirtilli rossi disidratati 
Mettere i mirtilli nel latte per farli reidratare un po' e intanto pesare gli altri ingredienti. Nella ciotola dell'impastatrice con la frusta a K (pala, foglia... ) mescolare le uova con lo zucchero, aggiungere l'essenza di vaniglia, il latte in cui si sono messi a rinvenire i mirtilli e, un po' alla volta, la farina setacciata col lievito. Aggiungere il burro fuso, anch'esso un po' alla volta, e per ultimo i mirtilli rossi.


Versare l'impasto negli stampi da madeleines e mettere a riposare in frigo per un paio d'ore. E' anche possibile lasciare l'impasto nella ciotola e quindi versarlo negli stampi dopo il riposo in frigo, scegliendo la soluzione che appare più pratica.
Infornare in forno ventilato a 180° per 6 minuti, poi abbassare a 160° e finire di cuocere finché non diventano dorate.



Sono burrosamente soffici e divine!

8 commenti:

  1. Ciao Lisbeth, bellissimi i tuoi "rimorchiatori"...è vero comunque, lo sembrano un pò! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. oh mamma che bontà!!!! ho già l'acquolina in bocca!!!

    RispondiElimina
  3. Secondo me sono ottimi!!! rimorchiatori apparte :-) Troppo forte tu

    RispondiElimina
  4. Troppe belle queste! sembrano buoni buoni!!!!

    baci
    Irina

    RispondiElimina
  5. non ti preoccupare Min, tutti hanno degli impegni che li trattengono lontani dai blogs, ma non per questo la nostra "fedeltà" viene meno ;) io ti seguo lo stesso, mentre ammiro affascinata queste deliziose madeleines :)
    baci :X

    RispondiElimina
  6. Che belle, bellissime!
    Ci vediamo il 2?
    Bacione

    RispondiElimina
  7. Le madeleines somigliano ad un rimorchiatore? :D non ci avevo mai fatto caso, però è vero!!! Complimenti per questa versione, mi sembra golosissima!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...