sabato 12 febbraio 2011

Lemon Loaf

Ricordo che avevo già avuto modo di menzionare la Hummingbird Bakery quando vi parlai dei miei Cookie al Ciocco Bianco, Anacardi e Matcha e della mia Cherry Pie. Secondo me, questa rinomata pasticceria londinese che, badate bene, non produce dolci inglesi, ma si propone di offrire alla sua clientela dolci tipicamente americani, è un piccolo angolo di paradiso sulla terra... vorrei poter riuscire a fare tutti i dolci che ci sono nel suo ricettario, in realtà finora ne ho sperimentati solo una piccolissima parte, ma tutti con grande soddisfazione.
Oggi vorrei proporvi questo Lemon Loaf, che è sicuramente uno dei dolci al limone più buoni che mi sia mai capitato di mangiare.


Ingredienti per il Loaf:
  • 320 g di zucchero fino tipo Zefiro
  • 3 uova
  • la scorza grattugiata di 2 limoni
  • 350 g di farina 00
  • 1 c di sale
  • 1,5 c di lievito in polvere
  • 250 ml di latte
  • 1 bustina di vanillina o 1/2 c di estratto di vaniglia
  • 200 g di burro fuso
Ingredienti per lo sciroppo:
  • il succo e la buccia grattugiata di 1 limone
  • 50 g di zucchero fino tipo Zefiro
  • 100 ml di acqua
Imburrare e infarinare uno stampo da plumcake 25x11 o 23x13. Scaldare il forno a 170°.
Nella ciotola dell'impastatrice battere, con la frusta a K (o pala), lo zucchero con la scorza e le uova. In un altro recipiente setacciare la farina col lievito e il sale, e in un altro ancora il latte con la vaniglia. Aggiungere all'impasto di zucchero, uova e scorza 1/3 della farina e 1/3 del latte, ripetere fino ad esaurimento, quindi alzare la velocità finché l'impasto non diventa gonfio e soffice, e poi abbassare di nuovo la velocità al minimo e aggiungere il burro fuso, mescolando fino a totale incorporamento. Versare nello stampo e infornare, lasciando cuocere per 1 h e 15 minuti, o finché non prende un bel colore dorato.
Nel frattempo che il dolce cuoce, preparare lo sciroppo mettendo in un pentolino lo zucchero con il succo e la scorza di limone e l'acqua, portare a bollore e far ridurre della metà.



Quando il loaf è cotto, lasciandolo nello stampo posizionarlo sulla gratella di raffreddamento con un recipiente sotto, quindi irrorarlo con lo sciroppo (l'eccedenza colerà ai lati nel recipiente in basso). Lasciare ancora un po' il loaf a raffreddare nello stampo, quindi sformarlo e farlo finire di raffreddare sulla gratella.
So già che molti di voi inorridiranno per la quantità di zucchero e burro... eh sì, i dolci di questo signore non sono propriamente "dietetici", ma credetemi, vale la pena di gustarli proprio così come sono, magari mangiarne di meno, ma seguendo fedelmente la ricetta.



Io devo confessare che l'ho trovato addirittura meglio di quello che m'aspettavo, per niente stucchevole nonostante la quantità di zucchero, e anzi, deliziosamente acidulo là dove il loaf si è ben impregnato con lo sciroppo. E' davvero ottimo, se vi avanzassero dei limoni bio che non sapete come impiegare, vi assicuro che questa è una fine più che gloriosa!

17 commenti:

  1. ma è uno spettacolo questo plum concè....

    RispondiElimina
  2. Complimenti, mi sembra di sentire il profumo ed il gusto dei limoni che adoro.

    RispondiElimina
  3. Concèèèèèèèèèèèèè GRAZIE!!!!!!!!!!
    Tempo fa ho mangiato questo dolce, è uno spettacolo, ma non sapevo come si chiamasse, quindi non potevo cercarlo. Ho provato a rifarlo , ma niente :-(
    Ora che lo so......
    GRAZIE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Cosa vedono le mie pupille!!! E' una meraviglia!!!
    Che tentazione!!!

    Un abbraccio e buon fine settimana Concy :-)

    RispondiElimina
  5. Sei bravissima. I limoni mi piacciono un sacco.
    Buona domenica e a presto
    Meris di "Vaniglia e cannella" e "Il giallo in cucina"

    RispondiElimina
  6. mamma mia che buono deve essere...te lo copio
    quanto prima...Grazie!!
    buona domenica
    Enza

    RispondiElimina
  7. tentatriceeee!! Ha un aspetto fantastico, per il sapore... non ci voglio neanche pensare!! Bravissima Lis! :)

    RispondiElimina
  8. Se dite che buono una povera donna come me cosa è costretta a fare? A FARLO!!! ti faccio sapere BACI Teresa

    RispondiElimina
  9. Sono rimasta incantata dalla cupola, è perfetta.
    Una fetta la mangerei in questo preciso istante.

    baci

    RispondiElimina
  10. Claudia, a chi lo dici... io me ne mangerei due!!! :-D
    Un bacione!

    RispondiElimina
  11. ti ho trovata x caso, e voglio seguire le tue ricette. saluti francesca

    RispondiElimina
  12. Benvenuta Francesca, sono contenta che ti sia aggiunta ai miei sostenitori, anche perché il soggetto del tuo avatar è bellissimo! Sono anch'io una gattofila, ne ho ben 3 a casa con me, Minnie, Pepper e Alex... a presto!

    RispondiElimina
  13. Proverò certamente, ho già l'acquolina in bocca. Hai mai provato il plum cake col lemon curd? E' strepitoso. Bello il tuo blog, ti segno tra i blog da seguire. Ciao, Clara.

    RispondiElimina
  14. Detto... fatto!!!
    questa ricetta mi aveva rapita, non potevo non provarci!!
    Hai proprio ragione, quel gusto dolce-aspro è un portento...
    grazie per la ricetta (che ripeterò sicuramente)

    buon fine settimana
    eli

    RispondiElimina
  15. Ciao Clara e benvenuta nella mia cucina! Guarda, quasi mi vergogno, ma mi credi se ti dico che il lemon curd non l'ho mai fatto??? sono anni che dico di volerlo fare, e finisco sempre per farlo passare in secondo piano. Devo assolutamente, così lo provo col plum cake come mi suggerisci.
    Grazie per la visita!

    Eli, sono molto contenta che tu c'abbia provato e che sia rimasta soddisfatta... grazie per la fiducia!

    Buona giornata ad entrambe!

    RispondiElimina
  16. Fatto ieri sera :)
    E' proprio lui!!!! Quello che cercavo. E' buonissimissimo.

    RispondiElimina
  17. Che bello Iris, sono contenta che fosse proprio quello che cercavi! E' vero, è un dolce strepitosamente buono, devo decidermi a rifarlo.
    Grazie per averlo provato! :-*

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...