mercoledì 22 settembre 2010

Trenette cucunci e pomodori secchi

Quando ho deciso di aprire questo blog, non avevo ben chiaro in mente quali dovessero essere le sue finalità, se dovevo considerarlo un angolo di condivisione, o una raccolta personale delle mie ricette preferite. E se devo dirla tutta, ancora non l'ho capito.
Comunque sapevo che, pur chiamandosi Muffins 4 All, non sarebbe stato un blog di sole dolcezze, anche se queste l'avrebbero fatta un po' da padroni.
Perciò finalmente posto la ricetta di un primo, una pastasciutta che mi piace molto perché è semplice, veloce e gustosa, un ottimo rimedio per una "spaghettata dell'ultimo minuto". L'idea nasce qui, più qualche piccolo tocco personale che mi capita quasi sempre di fare, strada facendo.


Ingredienti per 4
  • 400 g di trenette (o spaghetti)
  • 2 C colmi di pangrattato
  • 8-10 pomodori secchi
  • 2-3 filetti d'acciuga sott'olio
  • 20 cucunci
  • parmigiano grattugiato o a scaglie
  • 1 spicchio d'aglio
  • olio evo, sale, pepe e origano fresco (o basilico fresco)
  • acqua e aceto
Mettere i pomodorini a rinvenire in acqua e aceto per almeno mezz'ora. Versare in una padella il pangrattato e l'aglio in camicia e far tostare sulla fiamma senza aggiungere grassi. Quindi sbucciare l'aglio, passarlo allo schiacciaaglio e aggiungerlo di nuovo al pangrattato insieme al sale e una macinatina di pepe. Intanto che l'acqua bolle, scolare i pomodorini, tagliarli a striscioline sottili e ammorbidirli in una padella con un po' d'olio, le acciughe e i cucunci, allungando con un po' d'acqua di cottura della pasta. Versarvi le trenette scolate, aggiungere il pangrattato tostato e aromatizzato e l'origano o il basilico tritato, spadellando bene. Impiattare e spolverare col parmigiano, oppure guarnire con le scaglie. Profumate e saporite, molto molto mediterranee!

4 commenti:

  1. Incredibile!!!!
    Ho appena finito di leggere "La Ragazza che giocava col fuoco", mi siedo al pc, faccio un salto da Sandra e chi ti trovo? LEI!!!
    Il mito che mi ha accompagnato per 750 pagine!!!

    Ottima scelta per il nome!!! E benvenuta nel mondo dei foodbloggers!

    :))

    RispondiElimina
  2. Ciao Ziopiero, benvenuto sul mio blog e... congratulazioni! Sei il primo commentatore, evviva! Quasi non ci speravo più!!!
    Bel personaggio Lisbeth, vero? Direi uno dei personaggi femminili più belli mai esistiti nel panorama letterario mondiale. Io i libri della Trilogia Millennium li ho letti tutti e tre, con un rimescolamento di emozioni difficile da descrivere a parole.
    Spero di rivederti da queste parti... ciao!

    RispondiElimina
  3. Effettivamente è un personaggio affascianante, molto particolare. A breve leggerò anche il terzo. Ieri sera ho iniziato un libro della Vargas, la conosci? (si firma Fred, ma femmina è!)

    Ciao

    RispondiElimina
  4. Vargas? no, non la conosco costei... come la trovi? Vedrai che anche La Regina dei Castelli di Carta ti coinvolgerà come i primi due, e quando finirai resterà l'amarezza di sapere che non ci sarà più un seguito :-(
    Io invece sto ri-leggendo 1984 di Orwell, un classico che secondo me tutti dovrebbero tenere in libreria!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...