martedì 21 settembre 2010

Ancora muffin, ancora matcha

Era da un po' che mi stava nascendo la curiosità di conoscere il té matcha, che sempre più viene impiegato come ingrediente in cucina, e il colpo di grazia l'ho avuto quando ho visto questa ricetta sul blog Il Ricettario di Anna. Non ho fatto altro che impiegare farina glutinosa laddove Anna usa quella sglutinata.


Il procedimento non è quello tradizionale, secondo cui vengono mescolati gli ingredienti secchi da una parte, quelli liquidi da un'altra e poi combinati insieme, tuttavia il risultato non ne viene assolutamente inficiato.

Per 10 muffin
  • 150 g di zucchero di canna fine
  • 3 uova
  • 113 g di burro
  • 180 g di farina
  • 1 c di lievito in polvere per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 80 g di ciocco fondente al 70%
  • 1,5 c di cacao amaro in polvere stemperato in 2 C di latte freddo
  • 1,5 c di té matcha


Far fondere il burro e, in un altro recipiente, anche il cioccolato. Sciogliere il cacao in polvere col latte. Setacciare la farina col lievito e il pizzico di sale. Nella planetaria, montare con la frusta a K (a pala, a foglia, o come siete abituati a chiamarla) lo zucchero con le uova, finché il composto non diventa bello spumoso. Aggiungere quindi il burro fuso, sempre mescolando, e quando sarà tutto incorporato, aggiungere un cucchiaio alla volta la miscela di farina lievito e sale. Dividere il composto in due ciotole, ad uno aggiungere il ciocco fuso e il cacao, all'altro il té matcha.
Ripartire nei pirottini da muffin, sotto il composto verde e sopra quello marrone, o viceversa. Cuocere in forno pre-riscaldato a 180° per circa 30 minuti, fare la prova stecchino.


Sono davvero deliziosi, il gusto del matcha dà un tocco molto esotico a quello più deciso del cioccolato fondente, anche se devo riconoscere che, come connubio di gusti, preferisco quello col più delicato cioccolato bianco, come in questa ricetta.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...